Josef Maria Auchentaller - Un secessionista ai confini dell'Impero 3092 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
25/06/2019
Quattro residenze per il nuovo bando di CURA 2020
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA CIVICA ​ Piazza Domenicani 18 Bolzano 39100

Bolzano - dal 24 ottobre 2008 al 25 gennaio 2009

Josef Maria Auchentaller - Un secessionista ai confini dell'Impero

Josef Maria Auchentaller - Un secessionista ai confini dell'Impero

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA CIVICA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Domenicani 18 (39100)
+39 0471997581 , +39 0471997697
servizi.museali@comune.bolzano.it
www.comune.bolzano.it/cultura
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Una nuova edizione della fortunata esposizione dell'opera di Josef Maria Auchentaller (Vienna 1865 - Grado 1949), uno degli artisti partecipi al rivoluzionario panorama delle arti viennesi di inizio secolo. Pittore e grafico, Auchentaller è stato per quasi un decennio un attivo protagonista all'interno del movimento della Secessione fondato a Vienna da Gustav Klimt nel 1897
orario: da martedì a domenica, dalle 9 alle 12.30/ 15.00 alle 19.00
Lunedì chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 24 ottobre 2008.
catalogo: catalogo bilingue (it./ted.;240 pp. esaExpoedizioni)
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
curatori: Roberto Festi
autori: Josef Maria Auchentaller
telefono evento: +39 0461857090
genere: arte moderna e contemporanea, personale
web: www.esaexpo.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L'assessorato alla Cultura, Ricerca e Piano Sviluppo Strategico Idee 2015 del Comune di Bolzano e la Galleria Civica di Bolzano propongono, dal 24 ottobre al 25 gennaio una nuova edizione della fortunata esposizione dell'opera di Josef Maria Auchentaller (Vienna 1865 - Grado 1949), uno degli artisti partecipi al rivoluzionario panorama delle arti viennesi di inizio secolo. Pittore e grafico, Auchentaller è stato per quasi un decennio un attivo protagonista all'interno del movimento della Secessione fondato a Vienna da Gustav Klimt nel 1897.

La mostra, ideata e curata da Roberto Festi, ha avuto una "anteprima" a Gorizia, in omaggio agli anni che l'artista austriaco, ma altoatesino di origine, trascorse nella vicina Grado. La mostra è accompagnata da un ampio ciclo di incontri con esperti dei diversi ambiti di attività dell'Artista.

A Bolzano, la mostra si inserisce invece nel filone di ricerca che la Civica Galleria ha avviato da alcuni anni sui grandi protagonisti del ritratto provenienti o comunque attivi in Alto Adige. In questa organica ricerca, l'esposizione su Auchentaller è stata preceduta dalle mostre dedicate a Gottfried Hofer (1858 - 1932) e Massimo Rao (1950 - 1996).
Collaboratore e responsabile in prima persona di molte delle mostre realizzate dal movimento a cavallo del secolo, coinvolto nella redazione della rivista "Ver Sacrum" - l'organo ufficiale della Secessione, l'artista non ha avuto, sino alla recente riscoperta favorita da questa mostra, una fortuna critica all'altezza dei suoi meriti. La scelta di abbandonare Vienna, già nel 1901, per seguire la moglie Emma nell'avventura "turistica" a Grado, lo isolò anzitempo dall'ambiente viennese.

Anche gli studi critici degli ultimi decenni hanno faticato ad inserire la figura di Auchentaller nel novero degli artisti viennesi aderenti al movimento secessionista. Al di là dei meriti specifici, la difficoltà nel reperimento delle sue opere - molte delle quali conservate nelle raccolte private degli eredi - hanno contribuito a "isolare" l'artista in un limbo di scarsa o quasi nulla conoscenza. Il lavoro, inedito, di tesi di laurea di Vera Vogelsberger (Innsbruck, 1985) è l'unico recente contributo su Auchentaller e il primo serio tentativo di riordino e catalogazione della sua opera pittorica e grafica.
La disponibilità degli eredi al prestito, la volontà di diffondere l'opera di un artista ancora così poco conosciuto, così come la certezza che proprio attraverso la visione di un panorama sempre più vasto dei protagonisti delle arti viennesi d'inizio secolo si possano cogliere i veri significati di quel movimento artistico, sono alla base di questa mostra.
Circa 100 le opere in esposizione - suddivise in sei sezioni -, molte delle quali assolutamente inedite: tele, disegni, studi, manifesti, bozzetti, gioielli, fotografie; alcuni materiali provengono da prestiti concessi dai più importanti musei viennesi. Il percorso artistico di Auchentaller viene analizzato fin dagli anni della formazione a Vienna e Monaco, passando attraverso la fondamentale esperienza secessionista e sino agli anni della maturità, quando risiede ormai stabilmente a Grado, dedicandosi alla pittura di paesaggio e al ritratto. Ed è questo il tema fulcro dell'esposizione bolzanina, con oli, acquerelli, disegni di raffinata fattura e, talvolta, di sognante come quando ad essere ritratta è la bellissima moglie Emma.

La mostra, curata da Roberto Festi, è accompagnata da un catalogo bilingue (it./ted.;240 pp. esaExpoedizioni) che scheda e commenta criticamente tutti i materiali esposti.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram