Anna Seccia - Le nuvole in cielo e l’Abruzzo in terra 3086 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/06/2019
Libri, film, interviste. A Milano, Gucci punta tutto su Harmony Korine
15/06/2019
David LaChapelle firma il calendario Lavazza 2020
14/06/2019
Tutti i segreti per un ritratto postmoderno. Mostra e talk alla RUFA
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva EX CONVENTO DI SANTA CHIARA ​ Corso Ovidio Sulmona 67039

Sulmona (AQ) - dall'otto al 9 novembre 2008

Anna Seccia - Le nuvole in cielo e l’Abruzzo in terra

Anna Seccia - Le nuvole in cielo e l’Abruzzo in terra
EX CONVENTO DI SANTA CHIARA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Ovidio (67039)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Un’occasione importante per rimanere uniti in nome della lotta alla malattia, un progetto itinerante e variopinto, ma, soprattutto, un’esperienza artistica tutta dedicata alla solidarietà.
vernissage: 8 novembre 2008.
ufficio stampa: Marinica Rivolta - +393289416327 - kaleidos.arte@libero.it
autori: Anna Seccia
note: presso Cappella “Il corpo di Cristo”
genere: arte contemporanea, personale
email: info@sferadesign.net

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Comunicato Stampa
Anna Seccia contro il Parkinson

“Le nuvole in cielo e l’Abruzzo in terra”

Mostra personale di Anna Seccia
Cappella “Il corpo di Cristo” Sulmona
8 e 9 novembre 2008


Sulmona, 30 ottobre 2008

“Le nuvole in cielo el’Abruzzo in terra”. Può sembrare la frase di una dolce poesia dedicata alla nostra terra, ma non è così, è molto molto di più… Un’occasione importante per rimanere uniti in nome della lotta alla malattia, un progetto itinerante e variopinto, ma, soprattutto, un’esperienza artistica tutta dedicata alla solidarietà.
L’organizzatrice dell’evento è Rosetta Rossini, sostenitrice dell'associazione Azione Parkinson onlus di Pescara, nonché donna dotata di coraggio e determinazione che, negli anni, ha investito tutta se stessa nella battaglia contro questa atroce malattia degenerativa con la quale convive e al suo fianco c’è un’amica, una donna con la D maiuscola, una grande artista: Anna Seccia.
‘Anna dei colori’, come ormai la chiamano tutti i suoi fan, è sempre stata una pittrice impegnata, sensibile alle tematiche sociali, fortemente schierata contro le ingiustizie nei confronti dei più deboli, non ha mai dimenticato, nonostante i successi e i quarant’anni di esperienza, l’angoscia di chi soffre, e ha spesso sacrificato se stessa, pur di “tendere una mano” al prossimo.
Anche questa volta, non si è tirata indietro…
L’artista, che da poco è stata invitata dalla galleria Forum Artis di Modena a partecipare alla fiera di Salisburgo, esporrà, per la prima tappa abruzzese dell’evento, l’8 e il 9 novembre, a Sulmona, una sua opera inedita, appositamente realizzata, intitolata “Nuvola della prima ora” che potrà essere ammirata all’interno della Mostra personale, dedicata alla ricerca, presso la Cappella “Il corpo di Cristo”.
Sempre in occasione della manifestazione “Le nuvole in cielo e l’Abruzzo in terra”, presentata dal critico d’arte Antonio Picariello, verrà esposto un foulard in seta della serie “Graffi di colore”, ideato da Anna Seccia e realizzato in soli 200 esemplari dalla prestigiosa ditta Santostefano di Italo Ferretti. L’accessorio è un ulteriore mezzo per sostenere l’obiettivo che ‘Azione Parkinson’con il progetto”Le nuvole in cielo e l’abruzzo in terra “ porta avanti:per raccogliere fondi a sostegno della ricerca.
Infine, dulcis in fundo, tutti coloro che interverranno, potranno assistere alla proiezione di un video che ripercorrerà il lungo e fruttuoso percorso artistico di “Anna dei colori", la sua ricerca sociale, l’incontro con la tecnica pittorica dell’happening, le opere collettive, le mille e mille gradazioni che costellano la sua vita artistica non hanno mai smesso di appassionare persone di ogni età.
All’interno della monografia “Anna dei colori”, l’illustre critico Giorgio Di Genova spiega: “L’espressione artistica è sempre e comunque un double del proprio io. O meglio dell’identità interiore dell’artista, che appunto attraverso l’altro da sé, cioè lo specifico linguistico scelto, restituisce un autoritratto psicologico-simbolico. Alla stessa stregua dell’identità fisionomica, che, pur trasformandosi col trascorrere del tempo, dalla nascita alla maturità ed oltre rimane sempre la stessa, altrettanto avviene nella produzione di ogni artista, la quale nel tempo mantiene costanti i tratti connotativi di base. Ciò mi ha portato ad asserire che ciascun artista per tutta la vita, mutatis mutandis, fa sempre la stessa opera, … Anna Seccia non sfugge alla regola”.


Breve curriculum e caratteristiche artistiche di Anna Seccia

Compiuti gli studi artistici, dopo aver frequentato la facoltà di Architettura, è stata titolare della cattedra di Discipline pittoriche e plastiche presso il Liceo artistico di Pescara.. Ha arricchito la sua formazione sull’espressività artistica con maestri come Diane Waller, Ma Anad Meera, Arno Stern e molti altri.
Esperta in art therapy, cromoattivazione e olodanza, da trent’anni svolge una ricerca innovativa sulle metodologie di insegnamento per lo sviluppo del potenziale creativo attraverso il corpo, il suono, il colore e la materia, che trova il suo sbocco nella creazione del laboratorio di “Artemieutica” e nella realizzazione della “Stanza del colore” come opera d’arte interattiva che ha lo scopo di stimolare la creatività e la libera espressione del sentire attraverso il colore.
Tiene corsi di formazione sulla creatività attraverso l’arte conducendo gruppi e training ovunque in Italia.
Anna Seccia ha incentrato la sua ricerca pittorica nell’ambito del segno come espressione di un linguaggio che rende manifesto il fluire della coscienza attraverso i colori e la sua pittura ha nel blu e negli azzurri il suo valore cromatico centrale.
La sua ricerca ha riscosso consensi e riconoscimenti con recensioni e inserimenti su riviste e cataloghi d’arte con partecipazioni a prestigiose rassegne quali i premi: Termoli, Vasto, Sulmona, Penne, Salvo, Mazzacurati, la triennale di Arte sacra di Lecce, la rassegna Il mare di Molfetta ed esposizioni nelle fiere d’arte di Bologna, Padova, Bari, New York, Los Angeles
Ha inoltre esposto in prestigiosi musei, quali il Haus martfled di Schvlm (Germania), il Chiang kai di Taiwan (Cina), il Centro alfeos el sabio a El Puerto di S. Maria (Spagna), l’Art museum di Monaco, il Salons de la residence du Louvre, (Menton, Francia), il Museo modenese (Modena), il Palazzo ducale di Revere, il Castello dell’Aquila, il Museo della carta a Fabriano ed infine i musei giapponesi di Kausatsu, Adova, Magama, Yocatchi, Minakuchi.
Le sue opere si trovano in qualificate collezioni pubbliche di arte contemporanea, tra cui Museo e Archivio di artisti abruzzesi contemporanei, Castello di Nocciano (PE); museo abruzzese Arti Grafiche, Castel di Ieri (AQ); pinacoteca di Arte contemporanea, Prata d’Ansidonia (AQ); centro San Massimiliano Colbe, Roma; Pinacoteca di Sassoferrato; Fondazione Piccola Opera Caritas, Giulianova (TE); Monaco Modern Art Museum, Fondation Lord Eastlegh, museo delle Generazioni italiane del ‘900 (Magi ‘900), Pieve di Cento (BO); Forum Artis Museum, Montese; museo internazionale Mail Art L’Aquila; Pinacoteca Civica di Pianella; Galleria Civica d’Arte Contemporanea, Casoli d’Atri (TE); Raccolta di Arte Sacra, Parrocchia San Pio X, L’Aquila; Young Museum, Palazzo ducale di Revere (MN); Museo “Valentino” di Castellaneta; museo delle Scienze biomediche, Chieti; Università di Brescia; pinacoteca internazionale di Arte Sacra, Falconara (AN); collezione Villa Rietti Rota, Motta di Livenza (TV), Pinacoteca d’arte Contemporanea di Guglionesi(CB).
La sua pittura è considerata nei volumi 900 Artisti ed Arte in Abruzzo, a cura della Provincia di Pescara e nel II tomo di Generazione anni Quaranta, vol. VI della Storia dell’arte italiana del 900 di Giorgio Di Genova, attualmente in corso di stampa, mentre riferimenti alla sua attività sono nei cataloghi del Monaco Art Museum, del MAGI ‘900 di Pieve di Cento (BO), del Museo Artisti Abruzzesi di Nocciano (PE).
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram