Michele Dantini - Cythère 3060 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva VILLA BARDINI ​ Costa San Giorgio 2 Firenze 50125

Firenze - dal 28 novembre 2008 al 28 febbraio 2009

Michele Dantini - Cythère
[leggi la recensione]

Michele Dantini - Cythère
[leggi la recensione]
Michele Dantini, Cythère, #3, 2007 © l'artista e Galleria Alessandro De March, Milano
 [Vedi la foto originale]
VILLA BARDINI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Costa San Giorgio 2 (50125)
+39 05520066206 , +39 05520066236 (fax)
info@bardinipeyron.it
www.bardinipeyron.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Cythére riflette sulle complesse relazioni esistenti tra museo e mito, architettura modernista e narrazioni di viaggio, incontro e scoperta
orario: dal martedì alla domenica 8.15-22; chiusa tutti i lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 26 novembre 2008. ore 19
editore: GLI ORI
ufficio stampa: CSC SIGMA
curatori: Alberto Salvadori
autori: Michele Dantini
telefono evento: +39 0552613289
note: Conferenza stampa Venerdì 28 novembre 2008 ore 11.00
genere: arte contemporanea, personale
web: www.bardinipeyron.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Esistono enigmatiche ambivalenze nei rapporti tra mente e mondo, architettura e natura. Costruiamo narrazioni di natura nel cuore stesso delle città e lembi di un perduto splendore sono disseminati nei luoghi della trasformazione sociale, culturale, urbanistica: nelle sedi di corporations e grandi studi professionali, per strade o piazze, all’interno di contesti istituzionali. Quali gli usi politici e sociali della natura? Quale il desiderio che sospinge le finzioni “biofile”? Nel riflettere sulle pratiche di conservazione e archiviazione, Cythère allude nel titolo al celebre quadro di Watteau e all’isola dimora di Afrodite, al tempo stesso meta di pellegrinaggio e premio d’amore. Il progetto, realizzato attraverso estensive campagne di ricerca e fotografiche in istituzioni museali dedicate al contemporaneo e contesti spesso poco noti o non accessibili al pubblico, è una sorta di inchiesta selettiva e frammentaria sulla mente umana, un tentativo di saggio di antropologia dell’”immateriale” condotto attraverso l'attenzione alle finzioni di distanza, spostamento, splendore; ai dispositivi, le segnaletiche, le linee di consolidamento o frattura dell'illusione e gli artifici che l'hanno sorretta e generata. Più in generale Cythére riflette sulle complesse relazioni esistenti tra museo e mito, architettura modernista e narrazioni di viaggio, incontro e scoperta. Si muove a ritroso lungo il sottile sentiero genealogico che porta dall’edificio al miraggio; dalle retoriche di allestimento e display al processo mentale destato.

In mostra, negli ambienti di Villa Bardini, uno dei luoghi espositivi più suggestivi a Firenze, 12 fotografie di grande formato, disegni e un’opera sonora di Michele Dantini.

In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo, edito da Gli Ori, con testi di Luigi Fassi e Alberto Salvadori.

BardiniContemporanea rientra nel progetto dell’Ente Cassa di Risparmio per l’Osservatorio delle Arti Contemporanee.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram