Diana Isa Vallini - Intrecci 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/03/2019
Un nuovo investitore per Wopart. Alberto Rusconi punta sulla fiera di Lugano
22/03/2019
Il Design Museum di Londra dedica una grande mostra a Stanley Kubrick
22/03/2019
André Aciman ha annunciato che presto uscirà il romanzo sequel di Call me by your name
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva BANCA POPOLARE DI RAVENNA - FILIALE DI ROVIGO ​ Corso Del Popolo 301 Rovigo 45100

Rovigo - dal 4 al 31 dicembre 2008

Diana Isa Vallini - Intrecci

Diana Isa Vallini - Intrecci

 [Vedi la foto originale]
BANCA POPOLARE DI RAVENNA - FILIALE DI ROVIGO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Del Popolo 301 (45100)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Traspaiono dai volti e dai corpi i sentimenti propri della sfera femminile: il sogno, l’immaginazione, l’illusione e l’abbandono, in naturale contrasto con le tinte dei drappeggi e dei decori
orario: dal lunedì al venerdì 8.20- 13.20 e 14.45-16
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 4 dicembre 2008.
autori: Diana Isa Vallini
telefono evento: +39 3383029914
genere: arte contemporanea, personale
email: diana.vallini@gmail.com
web: www.divarte.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
In mostra fino al 31 Dicembre 2008 presso la Banca Popolare di Ravenna - Filiale di Rovigo – Corso del Popolo 391, le opere “Intrecci” di Diana Isa Vallini.

Il soggetto ed il tema che ricorre quasi in ogni opera è la dimensione femminile presentata con varie sfumature di intonazione esistenziale.

Traspaiono dai volti e dai corpi i sentimenti propri della sfera femminile: il sogno, l’immaginazione, l’illusione e l’abbandono, in naturale contrasto con le tinte dei drappeggi e dei decori.

Ancora una volta dunque viene celebrato l’eterno dualismo dell’io femminile cioè la passione ed il sentimento.

L’ansia e la ricerca di un personale equilibrio si esprimono con il raggiungimento di un centro gravitazionale rappresentato in molte opere da una gemma incastonata, chiara metafora di un utopia difficilmente raggiungibile.

E’ proprio seguendo questo miraggio, ovvero la ricerca di sé e il rapporto con l’infinito, che l’artista Diana Vallini ha caratterizzato “Intrecci”.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram