Guida al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
16/07/2019
Riaperte al pubblico due delle piramidi più antiche d’Egitto
15/07/2019
Una cooperazione Carabinieri-FBI riporta in Italia due preziosi reperti dagli USA
15/07/2019
Un nuovo libro ci fa entrare nella mente di Jean-Michel Basquiat
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PALAZZO VENEZIA ​ Via Del Plebiscito 118 Roma 00186

Roma - ven 24 aprile 2009

Guida al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia

Guida al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia
PALAZZO VENEZIA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Del Plebiscito 118 (00186)
+39 0669994299
palazzovenezia.dir@arti.beniculturali.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Il Museo del Palazzo di Venezia, che ha sede nell’omonima dimora quattrocentesca, celebra con l’uscita di questa nuova Guida i suoi novantanni di vita e si prepara ad ospitare, nella prossima scadenza del 2011, gli eventi per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia.
biglietti: free admittance
vernissage: 24 aprile 2009. ore 11
ufficio stampa: CIVITA GROUP
curatori: Maria Giulia Barberini, Maria Selene Sconci
note: presso la Sala Altoviti
genere: presentazione
email: antonia.stancati@beniculturali.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Venerdì 24 aprile alle ore 11 presso la Sala Altoviti verrà presentata la nuova Guida al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia (brossura, pp. 128, 148 ill. colori, realizzazione editoriale Gebart, Euro 10,00) a cura di Maria Giulia Barberini, Maria Selene Sconci e di autori vari (Fabrizio Antimi, Lucia Calzona, Pietro Cannata, Maria Letizia Casanova, Pierfrancesco Fedi, Gianni Pittiglio, Carolina Vigliarolo)

Intervengono:

Marisa Dalai Emiliani, Maria Vittoria Marini Clarelli, Claudio Strinati e le curatrici della Guida

Il Museo del Palazzo di Venezia, che ha sede nell’omonima dimora quattrocentesca, celebra con l’uscita di questa nuova Guida i suoi novantanni di vita e si prepara ad ospitare, nella prossima scadenza del 2011, gli eventi per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Fondato nel 1916 proprio per celebrare l’Unità nazionale e per dotare la nuova Capitale di un museo in grado di documentare con le sue collezioni lo sviluppo della storia dell’arte italiana dal Medioevo alla fine dell’Età Moderna, l’Istituto assunse il compito di conservare opere d’arte insigni, destinate a mantenere un legame forte con il Palazzo che le ospitava.

La nuova guida è stata realizzata per dare impulso alla storica vocazione del Museo e per rilanciare la sua missione culturale, valorizzando compiutamente le preziose raccolte di dipinti, di sculture, di ceramiche, di argenti, di arazzi e le notevoli testimonianze delle arti decorative italiane ed europee ivi conservate. La pubblicazione intende sottolineare con evidenza un momento importante del dinamico processo di crescita e di rinnovamento intrapreso dall’attuale direzione del Museo, che ha realizzato di recente l’importante obiettivo dell’apertura del Lapidarium, si prepara a inaugurare la sezione dei cassoni quattro-cinquecenteschi, l’esposizione di oltre 500 armi antiche nella collezione Odescalchi ed è impegnata nella completa riqualificazione sia dei servizi di accoglienza al piano terra del Palazzo (biglietteria, bookshop e guardaroba), prossimi a essere realizzati negli ampi e solenni spazi dello scalone monumentale del Marangoni, sia del portico inferiore del Palazzetto, con il restauro e l’allestimento dei reperti lapidei conservati, per renderlo definitivamente accessibile al pubblico.

Il volume, strutturato in 11 sezioni, ognuna preceduta da brevi testi introduttivi, descrive il percorso che si snoda in 27 sale espositive, mediante 140 schede, corredate da illustrazioni a colori: dallo scalone monumentale che conduce al piano nobile; alla pinacoteca, con capolavori di Giorgione, Pisanello, Maratti e Vasari; per passare alle porcellane con splendidi esemplari di manifatture orientali e occidentali; alle opere d'arte medievale e alle sculture rinascimentali che annoverano capolavori quali la Testina muliebre di Nicola Pisano e le Storie di san Girolamo di Mino da Fiesole; alle maioliche con opere straordinarie, quali il Piatto istoriato con mito di Esaco di Xanto Avelli; ai bronzetti tra cui primeggiano opere del Riccio, di Giambologna e di Algardi; ai modelli e i bozzetti in terracotta, datati tra la fine del Cinquecento e i primi dell’Ottocento e comprendenti sculture di gran pregio, tra cui l’Angelo con il titolo di Gian Lorenzo Bernini; all’armeria Odescalchi che conta varie tipologie di armi e armature tra le quali si evidenziano pezzi di pregevole fattura, quali il Bacinetto a visiera, l’Armatura da piede, l’Armatura “alla massimiliana”, la Brigantina e la Rotella da parata dipinta da Giovanni Stradano; fino ai centoventi marmi del lapidarium, recentemente allestiti nel loggiato superiore del Palazzetto. Nella nuova Guida non manca infine un accenno ai preziosi esemplari custoditi nei depositi del Museo e ai cassoni quattro-cinquecenteschi.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram