Paolo Bolpagni - L'arte nell'Avanti della Domenica 1903-1907 3058 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/05/2019
Ai Weiwei mette a dura prova la Kunstsammlung di Dusseldorf
17/05/2019
Artists Development Programme 2019. Tra i vincitori del concorso anche Pamela Diamante
17/05/2019
Sull'isola greca di Delo sbarcano le opere di Antony Gormley
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva TEATRO SANCARLINO ​ Corso Giacomo Matteotti 6/a Brescia 25122

Brescia - mar 5 maggio 2009

Paolo Bolpagni - L'arte nell'Avanti della Domenica 1903-1907

Paolo Bolpagni - L'arte nell'Avanti della Domenica 1903-1907

 [Vedi la foto originale]
TEATRO SANCARLINO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Corso Giacomo Matteotti 6/a (25122)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Presentazione del libro
vernissage: 5 maggio 2009. ore 18
editore: MAZZOTTA
curatori: Paolo Bolpagni
genere: presentazione

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
L’ARTE NELL’ “AVANTI DELLA DOMENICA”
1903-1907


di PAOLO BOLPAGNI

Prefazione di Luciano Caramel

Edizioni Gabriele Mazzotta, Milano

MARTEDÌ 5 MAGGIO 2009 ORE 18

Brescia, Teatro Sancarlino

Corso Matteotti, 6/a

Intervengono

Roberto Chiarini

Ordinario di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Milano

Walter Galbusera

Presidente della Fondazione “Anna Kuliscioff” di Milano

Giovanna Ginex

Storica dell’arte

Modera

Giampietro Guiotto

Sarà presente l’autore

L’“Avanti della Domenica”, nato quale supplemento culturale del quotidiano “Avanti!”, in diretta concorrenza con la “Domenica del Corriere”, fu uno dei settimanali illustrati più importanti del primo decennio del XX secolo, anzitutto per la qualità della collaborazione artistica e critica: vi scrivevano giornalisti e letterati come Margherita Grassini Sarfatti, Tomaso Monicelli, Camille Mauclair, Giovanni Cena, Diego Angeli; e le copertine erano firmate da personaggi del valore di Libero Andreotti, Gabriele Galantara, Gino Severini, Umberto Boccioni, Mario Sironi, Leonardo Dudreville, Duilio Cambellotti, Domenico Baccarini. Eppure, nessuno studio specifico era mai stato dedicato prima a questa rivista, che si può ben dire fosse una delle più citate ma delle meno conosciute del periodo. Da qui è nata l’idea di avviare una ricerca sistematica su tutti i duecentosedici numeri usciti tra il gennaio del 1903 e il marzo del 1907, prendendo in esame specialmente i temi dell’illustrazione e della critica d’arte.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram