Decriptati. 002: Crosio | Ramella | Stoisa 3090 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
I capolavori degli Uffizi, raccontati dalle voci degli attori
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva ABBAZIA DI SANTA MARIA DI CAVOUR ​ Via Saluzzo 72 Cavour 10061

Cavour (TO) - dal 7 al 15 novembre 2009

Decriptati. 002: Crosio | Ramella | Stoisa

Decriptati. 002: Crosio | Ramella | Stoisa
Installazione di Luigi Stoisa
 [Vedi la foto originale]
ABBAZIA DI SANTA MARIA DI CAVOUR
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Saluzzo 72 (10061)
+39 3349774348
lab@abbaziasantamaria.it
www.abbaziasantamaria.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

I tre artisti, presenti nel progetto del 2009, intendono proporre una lettura contemporanea dialogante con lo spazio, piacevolmente consci di assistere al flusso del tempo, evocato e rielaborato da installazioni site specific e da opere pittoriche che il pubblico potrà coniugare con i concerti brevi qui organizzati dal Gruppo di Donne Insieme.
orario: sabato e domenica 10.00 > 23.30 altri giorni 15.30 > 22.00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 7 novembre 2009. ore 15 e ore 16
catalogo: Testi critici di Michele Bramante_Mauro Comba
curatori: Elena Privitera
autori: Carla Crosio, Giorgio Ramella, Luigi Stoisa
telefono evento: +39 012168194
note: Cripta e Sale al primo piano. nell'ambito dell’evento annuale Tuttomele 2009
genere: arte contemporanea, collettiva
email: epa@epa.it
web: www.epa.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Il progetto DECRIPTATI.002 ci riconduce in questo prezioso habitat che storicamente e culturalmente conserva tracce e frammenti di una magia antropologica particolarmente suggestiva. I tre artisti, presenti nel progetto del 2009, intendono proporre una lettura contemporanea dialogante con lo spazio, piacevolmente consci di assistere al flusso del tempo, evocato e rielaborato da installazioni site specific e da opere pittoriche che il pubblico potrà coniugare con i concerti brevi qui organizzati dal Gruppo di Donne Insieme.

Luigi Stoisa

Divenuto noto a livello internazionale per l’uso inedito del catrame come mezzo d’espressione, Luigi Stoisa ha continuato le sue sperimentazioni sospinto da un anelito postmoderno di nomadismo eclettico fra le tecnologie possibili. Dall’uso del catrame che distorce o ingloba metaforicamente, in un continuum indistinto, il soggetto e l’istituzione stessa dell’arte canonica, suggerendo tuttavia un nuovo e più libero canone di bellezza, l’artista approda al disegno spaziale per mezzo di luci al neon e dell’elettricità. L’esito della sua ricerca lo porta ad una poetica relazionale che corona una ricca carriera.

Giorgio Ramella

Gli oltre quarant’anni di esperienza pittorica sono stati, per Giorgio Ramella, l’attraversamento di una genesi dell’immagine. Dall’informe della sua astrazione materica emergono segni ancora indistinti che alludono, come un presagio, alla nascita del senso e di una scena. Segni che sembrano raccogliere la materia creando un mondo per noi, dal primitivismo di graffiti magici e propiziatori fino alla rivelazione dell’immagine simbolica dalle screziate suggestioni esotiche. Giorgio Ramella, allievo del pittore Enrico Paulucci all’Accedemia Albertina di Torino, vanta oggi mostre nelle più importanti gallerie italiane e numerose esposizioni internazionali.

CarlaCrosio

L’artista vercellese Carla Crosio vanta riconoscimenti nazionali ed internazionali con mostre personali e partecipazioni a collettive in diversi Paesi, oltre a collaborazioni eccellenti con critici come Gillo Dorfles, Angela Madesani e Tommaso Trini, per citarne alcuni.

Le sue installazioni coniugano una monumentalità quasi monolitica, pesantemente contingente e terrestre, di un corpo pieno e grave ma incompleto, con una pregnanza simbolica immateriale ed immaginifica. La seduzione estetica delle sue opere nasconde un coinvolgimento allo stesso tempo straniante e conturbante che affascina lo spettatore e lo mette sottilmente a disagio per un perturbante ritorno di investimento sensuale.



TUTTOMELE™ è anche MUSICA, ARTE e STORIA

In occasione della 30^ edizione di Tuttomele™ , la splendida e suggestiva Abbazia di Santa Maria che affonda le sue origini in epoca medievale (fu fatta edificare nel 1037 da Landolfo Vescovo di Torino) sarà il centro di una nutrita serie di eventi culturali.
Il complesso abbaziale, riportato negli ultimi decenni attraverso consistenti lavori di ristrutturazione all’antica bellezza ed accoglienza, ospita da giugno 2008 il Museo Caburrum nei cui spazi espositivi reperti preistorici, di età romana, tardo antica e altomedievale sono presentati con raffinatezza ed eleganza. L’ex monastero benedettino, come la Chiesa, prezioso tesoro del patrimonio storico di Cavour, durante la rassegna annuale di Tuttomele™ si aprirà ai visitatori con una Mostra d’arte Contemporanea, con una serie di CONCERTI “Brevi”, (adatti al poco tempo dei visitatori che si dovranno suddividere tra mille curiosità di TUTTOMELE), con le visite alla Cripta della Abbazia ed al citato MUSEO CABURRUM.

L’iniziativa, patrocinata e finanziata dal Comune di Cavour ed organizzata dal Gruppo “Donne Insieme” in collaborazione con la Procavour e l’Associazione Amici di Cavour e della Rocca, vuole offrire momenti musicali ai visitatori dell’Abbazia che potranno sostare nella sala concerti alternando visioni d’arte ad apprezzabili armonie sonore.

I CONCERTI “BREVI” di TUTTOMELE

Sabato 7 novembre
ore 15,00 e ore 16,00

ArtInTrio
Gilberto Bonetto, piano elettrico - Dario Balmas, basso elettrico - Simone Aimo, batteria

“Non solo jazz….” Una rivisitazione in chiave moderna dei grandi capolavori della musica jazz, da Monk a Hancock.

Domenica 8 novembre
ore 11,00 - ore 15,00 e ore 16,00
Ensemble di flauti di Musicanto - Piossasco

Viola Rolandone - Maria Chiara Maccarrone - Claudia Fassina - Dario Scanferlato - Davide Dusnasco

coordinati dal Maestro Marco Giaccaria

“Col flauto at…traverso le epoche musicali” dalla musica classica alla musica moderna.

Sabato 14 novembre
ore 15,00 e ore 16,00
Massimo Biancamano, arciliuto - Carlo Tagliacozzo, viola da gamba

Repertorio musicale preclassico dal secolo XIV al secolo XVIII, con strumenti desueti in uso nei secoli scorsi.

Domenica 15 novembre
ore 11,00 - ore 15,00 e ore 16,00
Piero Urban, chitarra classica - Giuseppe Franco, percussioni

“Le Parole sono altrove”, un viaggio musicale tra brani celebri e non, con qualche sorpresa.

MOSTRE D’ARTE CONTEMPORANEA

Dal 7 al 15 novembre 2009

Orario : sabato e domenica 10.00 > 23.30

altri giorni 15.30 > 22.00

CHIESA DI SANTA CROCE DI CAVOUR via Giolitti 75

THE WHITE BIRD NEVER DIES_

VALTER LUCA SIGNORILE

Testo critico di Maria Vittoria Berti

Artista poliedrico e particolarmente sensibile alle tematiche e vicissitudini del vivere, ci pone davanti ad una croce, simbolo cosmico universale di comunicazione fra cielo e terra, di confluenza armoniosa dello spirito nella materia, e anche di passione. L’installazione collocata al centro della Chiesa di Santa Croce ci invita ad uscire dallo stato di confusione e di violenza, uscire dall’apocalisse generata periodicamente dall’uomo per ricomporre una società in pace. In questa particolare chiesa ove si trovano alcuni ex voto, ci pare trovi anche il suo spazio ideale questa speranza, percepire il passato drammatico per uscirne e ricrearsi.







SEDE UNITRE DELLA CITTA’ DI CAVOUR Via Giolitti 115

COLOURS FROM THE FEMALE_

GIOVANNA RICCA_CATERINA BRUNO

L’associazione culturale enpleinair dal 1998 si caratterizza per la promozione della creatività femminile. Il progetto espositivo in questa sede propone una riflessione artistica sull’immaginario femminile.

La scelta del tema gioca sul potere affabulatorio del colore, i cui cromatismi accesi e brillanti evocano emozioni piacevoli e un mondo che va oltre il grigio, bianco e nero. Le opere di Caterina Bruno e Giovanna Ricca entrambe di Cavour, presentano una correlazione nei risultati cromatici ottenuti benché utilizzino tecniche e linguaggi diversi.

http://www.cavour.info/

http://www.epa.it

con il contributo di

Locanda La Posta di Cavour

INTERGEA assicurazioni

L’AUTOMOBILE concessionario Peugeot


PRESS RELEASE

CONTEMPORARY ART EXHIBITION (second edition) for “TUTTOMELE2009” in CAVOUR (To)



EnPleinair contemporary Art, based in Pinerolo, str.le Baudenasca 118, is glad to invite you to the opening of Contemporary Art exhibition for the TUTTOMELE 2009 in Cavour Town, taking place on

Saturday 7rd of November 2009 (4 pm>6pm) since 15 November 2009

The show is curated by Elena Privitera and Michele Bramante and presents the work of different artists .

Opening : Saturday and Monday 10am > 6pm

Others days 3pm > 6pm

DECRIPTATI.002
ABBEY OF SANTA MARIA CITTA’ DI CAVOUR
LUIGI STOISA

GIORGIO RAMELLA

CARLA CROSIO

The 2009 project brings you back to this valuable habitat that historically and culturally maintains fragments of a particularly fascinating anthropological magic. Whispering in this Abbey is always a pleasure and you can almost feel the flux of a fluid time, as the precious researches made by tenacious and curious people, trying to find in the past their own past, demonstrate.

The Decriptati.002 exhibition path starts from the Abbey entrance. On the left- hand side of the building is located an old space called tinaggio. Here you can see the “Museo Caburrum” which is full of precious finds recovered in the territory of Cavour.

Luigi Stoisa’s installation (crypt)

Internationally known for the use of tar as medium of expression Luigi Stoisa continues his experimentations because of his post-modern desire of working with different technologies. He never subordinates the aesthetic quality to an excessive experimentation.
The artist reaches the idea of space through the use of neon lights, electricity and the tar that deforms or metaphorically encloses in an indistinct continuum the subject and even the canonic institution of art. However it suggests a new canon for a not exiled beauty.

During his forty years of pictorial experience Giorgio Ramella went through a genesis of the image.

Moving from the informal experience Ramella remains faithful to the pictorial experimentation without adapting to the anorexic way of conceptual art, which was thought to be the only possible development of modernity in art conventions.

In this way the artist obtains the revelation of symbolic imagine, pursued in its styles contamination, which coincides with a renewed confidence in painting given to the medium from the post-modern age.

Carla Crosio is an artist from Vercelli who obtained many national and international recognitions thank to personal and collective exhibitions in different countries. She also collaborated with famous critics like Gillo Dorfles, Angela Madesani and Tommaso Trini.

Her installations combine the monolithic and terrestrial monumental size typical of a dense and heavy object, still incomplete, with a symbolical and immaterial dimension.


THE WHITE BIRD NEVER DIES
Church of Holy Cross IN CAVOUR by Giolitti 75

Opening : Saturday and Monday 10am > 11pm

Others days 3pm > 10pm
In the city centre you can find the Church of Santa Croce, in the centre is located VALTER LUCA SIGNORILE’s work.

He is a multifaceted artist and he is particularly sensitive to life matters: he puts you in front of a cross, which is the universal cosmic symbol of communication between Heaven and Earth, of harmonious confluence of spirit into matter and also the symbol of passion in its literal and dramatic meaning.

COLOURS FROM THE FEMALE
SEDE UNITRE della CITTA’ di CAVOUR Via Giolitti 115
Opening : Saturday and Monday 10am > 11pm

Others days 3pm > 10pm

The cultural association enpleinair has been promoting feminine creativity since 1998. The exhibition project set up in this place offers an artistic reflection on feminine imaginary. The choice of this theme looks for the colour power: bright shades evoke pleasant emotions and a world that goes beyond grey, black and white. Caterina Bruno and Giovanna Ricca are both from Cavour. Their works are similar because of the chromatic results they obtained, although they use two different techniques and two different kinds of languages.



These exhibitions are organized in cooperation with

ProCavour

Cavour Town

Group of women of Cavour

Association of Cavour and Rock friends

more information on:

http://www.procavour.it

http://www.epa.it

We are very pleased to invite you to join these events
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram