Breaking Walls 3060 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/05/2019
Party like an Architect. Gli studi di architettura di Napoli si presentano, con Camparisoda
20/05/2019
Spolverare la memoria. Le scuole di Roma ricordano le vittime del nazismo
20/05/2019
Manifesto per una Bauhaus viva più che mai. La mostra targata RUFA al Pastificio Cerere
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva LOGGIA DEI MERCANTI ​ Piazza Dei Mercanti Milano 20123

Milano - dal 9 al 22 novembre 2009

Breaking Walls

Breaking Walls
Raptuz, Duomo
 [Vedi la foto originale]
LOGGIA DEI MERCANTI
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Piazza Dei Mercanti (20123)
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Le nuove generazioni creative della Street Art italiana celebrano con un inedito happening la caduta del Muro di Berlino in occasione del suo ventesimo anniversario.
biglietti: free admittance
vernissage: 9 novembre 2009. ore 12.00, alla presenza del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni: Airone, KayOne, Flycat
editore: MAZZOTTA
ufficio stampa: AlcosPress Office & PR Tel. 02.48.00.98.95 - www.alcoscomunicazione.com Dedi Salmeri – dedi.salmeri@alcoscomunicazione.com – 335 6220346
autori: Mr. Wany, Airone, El Gato Chimney, Sea Creative, Erics, Flycat, Kayone KayOne, Mambo, Raptuz, Rendo, Senso
patrocini: Governo Italiano - Ministero della Gioventù,
il Comune di Milano - Cultura e La Provincia di Milano
note: Organizzazione: Stradedarts in collaborazione con The Round Table
genere: fotografia, arte contemporanea, performance - happening, serata - evento, collettiva, disegno e grafica
email: info@stradedarts.it
web: www.murodiberlino.alinari.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Milano, 4 Novembre 2009 – Sarà il Ministro della Gioventù Giorgia Meloni a inaugurare, lunedì prossimo 9 novembre - insieme all’Assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory – la prima uscita nazionale del progetto BREAKING WALLS, promosso dallo stesso Ministero insieme all’ANG – Agenzia Nazionale per i Giovani in occasione della celebrazione dei 20 anni dalla caduta del Muro di Berlino.

L’appuntamento è a Milano, alla Loggia dei Mercanti, alle 12.30 circa. Lì verrà inaugurata la Mostra di Alinari 24ore ‘I Graffiti del Muro di Berlino’ – 50 fotografie storiche di murales e graffiti andati perduti, scattate sulla parete ovest del Muro nel 1987 da Francesco e Alessandro Alacevich. Immagini potenti che a Milano saranno allestite su grande formato fino al 22 novembre 2009.

Nello stesso momento in Via Mercanti continuerà la performance creativa di Airone, KayOne e Flycat, i primi tre degli undici writers di razza che, dal 9 novembre per 5 giorni (ma i loro lavori rimarranno esposti anch’essi fino al 22 novembre) creeranno opere di street art dedicate al tema ‘Breaking Walls’, interpretando a loro modo l’invito a ‘rompere i muri’ quando questi rappresentano un limite alla libertà e ai diritti degli uomini e delle donne di tutto il mondo. Gli altri writers attesi nei giorni successivi sono El Gato Chimney, Sea Creative (10 novembre), Raptuz, Rendo (11 novembre), Senso, Mr. Wany (12 novembre), Erics, Mambo (13 novembre)

Gli eventi di Breaking Walls a Milano verranno fotografati da Daniele Barraco. La sua foto story e le immagini delle opere di street art verranno poi inserite nella Gallery del sito www.murodiberlino.alinari.it, dove altri street artist di tutta Italia stanno postando le loro opere sul medesimo tema.


“ Il 9 novembre è la vera festa dell’Europa unita: giovani berlinesi che abbattevano il Muro furono l’ultimo avamposto di libertà che cancellava i confini dell’odio e della discriminazione. Oggi quell’anelito di liberta è racchiuso nelle foto dei graffiti dell’archivio Alinari” dichiara il direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Paolo Giuseppe Di Caro. “La Commissione Europea – continua - ci ha chiesto di investire sulla riscoperta della cittadinanza europea da parte dei giovani: il nostro sostegno a questa iniziativa ha proprio lo scopo di ricordare, per costruire un futuro senza Muri, nel quale l’identità europea sia frutto dell’incontro fra i popoli e le rispettive identità particolari.”

Il commento del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni: “Per quasi trent’anni, la grigia parete del Muro che divideva Berlino è stata la tavolozza sulla quale i giovani artisti - berlinesi e non - hanno dipinto la voglia di libertà di un’intera generazione. Quei graffiti sono talmente significativi per la memoria europea che il comune di Berlino ha stanziato 2,5 milioni di euro per recuperarne almeno una parte. La mostra che presentiamo qui a Milano riproduce gli affreschi che decoravano il Muro di Berlino nel 1987, due anni prima della caduta. Ma il progetto non si esaurisce qui. Continua infatti su internet e in strada con la rassegna “Breaking Walls”, con l’invito ai protagonisti della Street Art contemporanea a dedicare una loro opera ai tanti muri che ancora devono essere abbattuti. Reprimere il vandalismo degli imbrattatori non vuol dire non avere attenzione nei confronti di un’espressione della creatività giovanile particolarmente originale e feconda”. E Massimiliano Finazzer Flory, Assessore alla Cultura del Comune di Milano: “Una giornata per pensare e rappresentare un valore che spesso consideriamo scontato: la libertà. Vogliamo allestire un progetto culturale che si muove su due direzioni: produrre eventi sul territorio per intercettare l’interesse della cittadinanza e spiegare che i muri sono dentro di noi e hanno lo spessore del pregiudizio e dello stereotipo. Perciò, - continua Finazzer Flory – ho pensato che l’arte contemporanea potesse essere il genere culturale adatto a celebrare questo importante avvenimento”.

Scopo di BREAKING WALLS è infatti informare le nuove generazioni di quanto è accaduto vent’anni fa, e allo stesso tempo invitarle a considerare l’abbattere i muri un valore ancora importante e attuale, quando riferito alla difesa attiva dei diritti e delle libertà degli uomini e delle donne, partecipando creativamente alla sua rappresentazione.

Il progetto è stato concepito e sviluppato da The Round Table in collaborazione con Alinari 24 Ore e MAC Group, è sostenuto a livello nazionale dal Ministero della Gioventù e dell’ANG – Agenzia per i Giovani, e a livello locale dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e dalla Provincia di Milano – Assessorato alle Politiche Giovanili.

Il programma di Street Art è organizzato a Milano con Stradedarts, la consulenza artistica della Fondazione Antonio Mazzotta e il contributo di Germania – Destinazione Vacanze. A livelllo nazionale è in collaborazione con INWARD – osservatorio sulla cultura del writing.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram