Omaggio a de Chirico 3061 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva GALLERIA CA' D'ORO ​ Via Del Babuino 53 Roma 00187

Roma - dal 6 novembre al 6 dicembre 2009

Omaggio a de Chirico

Omaggio a de Chirico

 [Vedi la foto originale]
GALLERIA CA' D'ORO
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Del Babuino 53 (00187)
+39 066796417 , +39 066797550 (fax)
info@ca-doro.com
www.ca-doro.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra vuole rendere omaggio a Giorgio de Chirico per ricordarne l’estro, l’immaginazione, il personaggio.
orario: 10:30-13:30 e 15:30-19. Sabato e domenica pomeriggio chiuso
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 6 novembre 2009.
editore: ELECTA
ufficio stampa: ELECTA
curatori: Antonio Porcella, Gloria Porcella
autori: Ennio Calabria, Bruno Caruso, Mario Ceroli, Enzo Cucchi, Ruggero Savinio
genere: arte contemporanea, collettiva

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
La mostra, a cura di Antonio e Gloria Porcella presso la Ca’ d’Oro di Toni Porcella in Piazza di Spagna a Roma, vuole rendere omaggio a Giorgio de Chirico per ricordarne l’estro, l’immaginazione, il personaggio.
Un progetto lungamente accarezzato da Toni Porcella: raccontare e omaggiare il Maestro,
suo caro amico, attraverso le voci viventi di artisti che - a volte palesemete, altre in maniera velata - si sono ispirati alle sue opere o hanno raccolto i frutti del suo surrealismo.
Nelle opere in mostra si legge così un permanere di tracce e di echi significativi, dai lavori di Mario Ceroli, a quello di Enzo Cucchi, da Ennio Calabria a Bruno Caruso, fino a Ruggero Savinio (figlio del fratello Alberto).
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram