Celia Pellegrino / Monica Vlad - Flow 3078 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
17/12/2018
La consacrazione dei manga, in una grande mostra al British Museum
15/12/2018
A Milano, le case dei libri. Vendita, scambio e mostra, sul filo dell’arte
14/12/2018
L’universo in bottiglia. Ilaria Vinci si aggiudica l’ottava edizione del Menabrea Art Prize
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva HDM ​ Via Roma 1 Carrara 54033

Carrara (MS) - dal 16 giugno al 2 luglio 2010

Celia Pellegrino / Monica Vlad - Flow

Celia Pellegrino / Monica Vlad - Flow

 [Vedi la foto originale]
HDM
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Roma 1 (54033)
C/o Accademia Di Belle Arti Di Carrara
+39 0585 72252
gaia.bindi@fastwebnet.it
www.thephotographersroom.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

L'attività espositiva di HDM si apre con una doppia mostra personale dell'argentina Celia Pellegrino e della rumena Monica Vlad dal titolo “Flow”.
orario: ore 9-19
(possono variare, verificare sempre via telefono)
vernissage: 16 giugno 2010. ore 18
autori: Celia Pellegrino, Monica Vlad
note: Apertura al pubblico dal 18 giugno
genere: arte contemporanea, inaugurazione, doppia personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Mercoledì 16 giugno alle ore 19:00 si inaugura HDM la nuova galleria dell'Accademia di Belle Arti di Carrara. Situata al piano terreno dello storico edificio di Palazzo Malaspina (via Roma, 1), la galleria è dotata di un ingresso indipendente sulla piazza d'armi di Carrara e di due sale spaziose. La seconda stanza - lunga e completamente oscurabile – sarà per lo più dedicata a proiezioni video, mentre la prima si adatta ad ogni esigenza e ad ogni media utilizzato nell'arte contemporanea (pittura, scultura, installazione). Le due sale danno accesso ad un ampio cortile interno dal carattere rinascimentale che potrà essere utilizzato come spazio aggiuntivo per performance o altro.

L'idea di uno spazio espositivo dedicato agli studenti dell'Accademia - e aperto agli iscritti di altre istituzioni artistiche italiane o straniere – è nata da un gruppo di docenti che si sono posti di fronte al problema di mettere in relazione i giovani artisti con le istituzioni e le strutture dell'arte contemporanea. Il rapporto con la critica d'arte, le modalità di comunicazione di un evento, la difficoltà di relazionarsi con uno spazio specializzato, il bisogno di incrementare il patrimonio relazionale di un artista. Sono queste le problematiche che studenti e docenti potranno affrontare attraverso HDM.

La nuova galleria rappresenta così un primo passo che lo studente compie verso il mondo dell'arte contemporanea, la realtà delle esposizioni e delle gallerie, il linguaggio di critici e teorici. Un “tentativo di volo” riservato agli allievi progettualmente più intraprendenti e ai lavori linguisticamente più maturi. Tutti gli allievi e le allieve dell'Accademia sono perciò invitati/e a presentare progetti, tutti i docenti sono chiamati a proporre iniziative, creare legami e partecipare attivamente all'attività di HDM con indicazioni, suggerimenti, testi e proposte.

HDM è un falso acronimo il cui ovvio significato (AccaDeMia) richiama il linguaggio abbreviato dei messaggi sms. Il nome si riferisce alla vocazione dello spazio che vuole essere appunto un ponte tra la scuola e la realtà esterna, un primo confronto degli studenti in via di diventare “giovani artisti”. I coordinatori di HDM sono: Gaia Bindi, docente di Storia dell'Arte; Matteo Chini, docente di Fenomenologia delle arti contemporanee; Francesco Galluzzi, docente di Estetica.

FLOW

L'attività espositiva di HDM si apre con una doppia mostra personale dell'argentina Celia Pellegrino e della rumena Monica Vlad dal titolo “Flow”. Sotto il segno “dell'estetica del flusso” Pellegrino presenterà un gruppo di sculture di marmo dall'aspetto minimalista ma dotate di una sotterranea poesia espressiva. Monica Vlad invece - iscritta al corso di laurea in Multimedia – presenta uno dei suoi ultimi lavori video. Vlad fa parte del gruppo Transductors Connections un collettivo che si interessa di arti elettroniche e interattività nato su iniziativa di Massimo Cittadini, docente di Installazioni Multimediali e web design. Transductors Connections realizzeranno una performance in occasione del finissage della mostra.

Programma Espositivo HDM

mercoledì 16 giugno h. 19:00 Celia Pellegrino/Monica Vlad

FLOW mostra di scultura e proiezioni video

mercoledì 30 giugno h 21:00 Transductors Connections “The temple of

Transductors” performance

sabato 3 luglio h. 18:00 Marco Pedri e Marco Mirko Nani PIMP MY MARY

progetto di scultura con 80 lavori da tutto il mondo


Spazio HDM

c/o Accademia di Belle Arti di Carrara

Via Roma, 1 – 54033 Carrara (MS)

Tel. 0585 72252

contatti

Matteo Chini matteochini@hotmail.com

Gaia Bindi gaia.bindi@fastwebnet.it



Matteo Chini (Milano, 1965) è docente di Fenomenologia delle arti contemporanee all'Accademia di Belle Arti di Carrara. Studioso, storico e giornalista ha al suo attivo numerose pubblicazioni tra cui Pop Art. Miti e linguaggio della comunicazione di massa, Giunti, Firenze, 2003. Ha anche svolto una intensa attività curatoriale ed è collaboratore di Flash Art dalla Toscana.

Celia Pellegrino (Buenos Aires, 1975) è membro del gruppo “ABSTRACTA”. Frequenta il biennio specialistico in scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Dispone di un proprio “spazio creativo” presso lo Studio Nicoli. Partecipa a importanti rassegne: V Simposio Internazionale di Scultura a Volterra, XVII Simposio Internazionale di Scultura a Carrara “Tempo di Scolpire”.

Monica Vlad (Romania, 1982) frequenta la Scuola di Nuove Tecnologie dell'Arte presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara. VJ, video maker, freelance motionographer, ha anche svolto una intensa attività come promoter e coordinatrice di eventi di musica elettronica.

Il tuo browser potrebbe non supportare la visualizzazione di questa immagine.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram