Abner Marzi - Corpo 3386 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Allons Enfant/6
Reading Room
CINEMA
Reading Room
Lettera Aperta
PREVIEW
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche

Pescara - dall'otto al 21 febbraio 2004
Abner Marzi - Corpo


 [Vedi la foto originale]
ECOTECA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Giovanni Caboto 19 (65126)
+39 08567341
info@ecoteca.org
www.ecoteca.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Dall’8 al 21 febbraio il locale di via Caboto ospiterà una personale di Abner Marzi, pittore francavillese di fama internazionale. “Corpo”, questo il titolo della mostra, a cura di Luigi Pagliarini, è il frutto di una continua ricerca artistica sul corpo e le sue immagini, un’analisi delle "scatole" che racchiudono e in cui è racchiuso l'uomo, nel tentativo di mostrarci il dinamico, affascinante e forse insondabile rapporto tra la fisicità e il mondo circostante.
orario: tutti i giorni dalle 18.30 alle 2; domenica dalle 17.30 (chiuso il lunedì)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
prenota il tuo albergo a Pescara:
Booking.com
biglietti: free admittance
vernissage: 8 febbraio 2004. ore 19
telefono evento: +39 3290169467
genere: arte contemporanea, personale

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Nuovo appuntamento con l’arte “alternativa” all’Ecoteca di Pescara. Dall’8 al 21 febbraio il locale di via Caboto ospiterà una personale di Abner Marzi, pittore francavillese di fama internazionale. “Corpo”, questo il titolo della mostra, a cura di Luigi Pagliarini, è il frutto di una continua ricerca artistica sul corpo e le sue immagini, un’analisi delle "scatole" che racchiudono e in cui è racchiuso l'uomo, nel tentativo di mostrarci il dinamico, affascinante e forse insondabile rapporto tra la fisicità e il mondo circostante.

Quella di Marzi è una pittura gestuale, ricca di colore, istintiva e ragionata al contempo, fin nel più piccolo dettaglio. Osservando le sue tele, la mente ci riporta indietro nel tempo di qualche anno, quando l’informale di alcuni grandi maestri, come Willem de De Koonig, Afro Basaldella, Emilio Vedova, cominciava ad affermarsi sulla scena mondiale. Ma rispetto a quei modelli, la sua realtà è diversa, contemporanea e per questo più consapevole, grazie anche all’esperienza di nuove tecniche che allora non erano così sviluppate.

Hanno scritto di lui:
"Mezzi più che tradizionali (pittura, pastelli) e nuove tecnologie (fotografia, aerografo, computer) si alternano o si intersecano, indifferentemente, nella ricerca di Abner Marzi. In una conquistata libertà espressiva, l'artista percorre l'intricata strada autobiografica e intima, dipanandola tra pittura e fotografia. Due tecniche che, vivendo non più contrapposte, riecheggiano nelle sue opere anche il modello inquieto o lo spirito di sperimentazione fin du siécle del verismo netto di F.P. Michetti..." (Adriana Martino)

Biografia dell’artista:
Abner Marzi è nato a Francavilla al Mare nel 1956. Nei primi anni Settanta scopre la sua passione per il disegno e la musica cominciando a coltivare questi interessi da autodidatta. Nel 1985 compie un primo viaggio in Australia dove collabora con diversi studi di Architettura di Sidney, dipingendo per alcuni interior designers. Tale soggiorno gli permette di sperimentare e affinare varie tecniche di decorazione e rappresentazione grafica. Nel 1995 compie un ultimo viaggio in Australia dopo il quale si stabilisce definitivamente in Italia. Dal 1997 espone in Italia e all'estero, in mostre collettive e personali: a Bolzano, Milano, Roma, Venezia, Torino e Spoleto, oltre che ad Innsbruck, Lussemburgo, New York (Cast Iron Gallery Abraham Lubelsky Gallery - Broadway), Orlando, San Francisco, Istanbul, Smirne e Damasco.
Per tutti i numeri del 1999 é stato presente sulla prestigiosa rivista “New York Art Magazine”.
 
trovamostre