Paolo Aldighieri - Cosmic Stones 3061 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/11/2018
#MyRavenna. Be inspired: un video contest per raccontare la città
19/11/2018
Leda e il cigno, a luci rosse. Una nuova pittura parietale emerge dagli scavi di Pompei
19/11/2018
50mila fuochi d'artificio sul cielo di Firenze. La performance pirotecnica dell'artista cinese Cai Guo-Qiang
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAGAZZINI DEL SALE ​ Dorsoduro 265 Venezia 30123

Venezia - dal 3 settembre al 15 ottobre 2010

Paolo Aldighieri - Cosmic Stones

Paolo Aldighieri - Cosmic Stones
MAGAZZINI DEL SALE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Dorsoduro 265 (30123)
Punta Della Dogana
saledocks@gmail.com
www.sale-docks.org
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

in occasione della Biennale Architettura 2010, viene ospitata l’esposizione di sculture di Paolo Aldighieri “Cosmic Stones”, a cura di Vincenzo Sanfo, organizzata dal Centro Italiano per le Arti e la Cultura.
orario: dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 17:00
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 3 settembre 2010. ore 17.30
curatori: Vincenzo Sanfo
autori: Paolo Aldighieri
note: Organizzazione: Centro Italiano per le Arti e la Cultura
genere: arte contemporanea, personale
email: info@centroita.com
web: www.centroita.com

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

 
comunicato stampa
Presso i Magazzini del Sale, in occasione della Biennale Architettura 2010, viene ospitata l’esposizione di sculture di Paolo Aldighieri “Cosmic Stones”, a cura di Vincenzo Sanfo, organizzata dal Centro Italiano per le Arti e la Cultura.

In mostra 18 sculture in marmo, successivamente colorate con interventi pittorici, realizzate dall'artista nel 2009/2010, dedicate alla sua ricerca sulla materia.
Non a caso il titolo della mostra è Cosmic Stones - Pietre cosmiche a significare la purezza di una materia incontaminata in quanto proveniente da mondi lontani.
Le opere, che entrano perfettamente in sintonia con gli spazi dei Magazzini del Sale, trovano qui la loro massima forza espressiva e, nel silenzio incantato del luogo, ci trasportano verso visioni e sentimenti di pura contemplatività.
Le opere lavorate e scolpite da Paolo Aldighieri hanno nella loro voluta casualità tutta la grande forza della scultura contemporanea che, lungi dall'essere celebrativa, trova nell'organicità del suo essere la forza evocativa e contemplativa della grande scultura.
Artista vicentino, Paolo Aldighieri lavora i marmi e le pietre riuscendo a far emergere dall’indistinto la forza custodita nella materia, fino a estrarre l’essenza enigmatica e controversa del comportamento umano, realizzando opere seducenti e misteriose. Teorico di una particolare filosofia creativa, l’“extradimensionismo”, che l’artista stesso definisce come “la rappresentazione del movimento nel tempo: presente, passato e futuro che si susseguono o che si sormontano senza un ordine logico precostituito, dove ironia, sarcasmo, eufemismo possono diventare elementi di trasformazione extradimensionista”, Aldighieri vive e affronta l’atto dello scolpire, levigare, lucidare la pietra, la roccia, il minerale, il marmo come un’esigenza mistica. L’esigenza, potente e profonda, fisica e spirituale al tempo stesso, di liberare le forme contenute, forse “imprigionate” nella materia, fino al piacere sublime della finitura.


PER INFORMAZIONI:
Centro Italiano per le Arti e la Cultura – tel. 011 9961972
info@centroita.com – www.centroita.com



Paolo Aldighieri nasce a Vicenza il 30 Giugno 1961.
Fin da bambino manifesta un forte interesse per le gemme e le pietre preziose. Nei primi anni ‘70 si dedica alla scultura imparando la tecnica della fusione del piombo. Intraprende una serie di viaggi nell’America del Sud, in Asia e in Australia che, agli inizi degli anni ’80, lo portano a realizzare le prime sculture.
Nel 1984 apre un laboratorio a Vicenza. Si dedica alla creazione di sculture in argento e oro.
Disegna e realizza gioielli.
A partire dal 1990 inizia un profondo percorso di ricerca artistica che sfocerà nell’attuale produzione scultorea.
Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia, Stati Uniti, Australia, Colombia, Madagascar, Sri Lanka.
Considerato uno tra i maggiori artisti nell'ambito della produzione orafa italiana, le sue creazioni sono ricercate, a livello internazionale, dai più grandi collezionisti, che trovano nella sua opera orafa i segni del grande genio creativo italiano.
 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram