Jim Goldberg 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva PARCO - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI PORDENONE ​ Viale Dante Alighieri 33 Pordenone 33170

Pordenone - dal 6 novembre 2010 al 30 gennaio 2011

Jim Goldberg

Jim Goldberg

 [Vedi la foto originale]
PARCO - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI PORDENONE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Viale Dante Alighieri 33 (33170)
+39 0434392935
museo.arte@comune.pordenone.it
www.artemodernapordenone.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

La mostra riunirà oltre 300 foto, video, oggetti, testi, per condensare tutte le principali tappe della carriera artistica di Goldberg come gli ormai famosi progetti "Rich and Poor", Raised by Wolves" e "Open See" .
orario: Da lunedì a venerdì 15.00 - 19.00; sabato e domenica: 10.00 - 20.00 Mattine dal lunedì al venerdì apertura su prenotazione (almeno 2 gg. di anticipo)
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: free admittance
vernissage: 6 novembre 2010.
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
autori: Jim Goldberg
patrocini: del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Milano.
note: Presso PARCO2, via Bertossi 9. Mostra promossa ed organizzata dal Comune di Pordenone, Assessorato alla Cultura in collaborazione con Magnus Photos. L'apertura di PARCO gode della collaborazione, come media partner, del gruppo Abitare Segesta.
genere: fotografia, arte contemporanea, inaugurazione, personale
email: ufficio.stampa@comune.pordenone.it

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
E' la fotografia dell'artista americano Jim Goldberg ad essere stata scelta per l'apertura di PARCO, ovvero la nuova Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone che il 6 novembre prossimo inaugurerà una sezione di questa nuova struttura museale.

Una nuova realtà protesa al dialogo fra arte moderna e contemporanea, alla multidisciplinarità espositiva e all'apertura a contesti nazionali ed internazionali. Un'impronta marcata proprio da questa prima grande monografica italiana dedicata al fotografo, due volte vincitore del premio Hasselblad e del recente Premio Cartier Bresson.
Una vera e propria scoperta di un artista che porta avanti, oramai da oltre trent'anni una ricerca specifica attraverso il mezzo fotografico; molte delle sue fotografie infatti vengono associate alle parole delle persone ritratte che intervengono direttamente nella fotografia trascrivendo i propri stati d'animo, situazioni, paure e speranze.

L'appuntamento di Pordenone cade in coincidenza della notizia che Jim Goldberg, dopo aver collaborato in passato con la casa di moda Dolce & Gabbana, seguirà la prossima campagna fotografica autunno/inverno della maison francese Hermes.

La sua forza espressiva risiede soprattutto nella capacità di seguire ed estrapolare i drammi, le illusioni, le sofferenze e le speranze di coloro che vivono situazioni di disagio. Come infatti recentemente scritto in un articolo di un importante quotidiano italiano Jim Goldberg è il "poeta dei bassifondi". Goldberg riesce infatti a rendere le fotografie quasi gesti d'amore, in grado di capovolgere le celebri parole del fotografo Richard Avedon che dichiarava che "i ritratti non sono mai gesti d'amore ma solo opinioni".

La mostra riunirà oltre 300 foto, video, oggetti, testi, per condensare tutte le principali tappe della carriera artistica di Goldberg come gli ormai famosi progetti "Rich and Poor", Raised by Wolves" e "Open See" . Inoltre si proporranno alcuni straordinari pezzi realizzati per l'occasione da Jim Goldberg e mai esposti prima, permettendo così di rendere questa monografica ancora più preziosa. La mostra pordenonese - curata da Valerie Fougeirol e Marco Minuz - evidenzia come i due filoni di ricerca ( il ritratto di moda e l'indagine sociale) risultino antiteci solo in apparenza. Entrambi infatti conducono ad una unica e complessa ricerca sui mutamenti sociali che coinvolgono tutti gli stati e gli ambienti delle società contemporanee, si tratti di popolazioni decimate dall'Aids nel centro Africa che di giovani e giovanissime dell'upper class made in USA alla ricerca di una difficile identità da adulti.

La mostra è una produzione Comune di Pordenone, Assessorato alla cultura e MagnumPhotos di Parigi e gode del patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Milano. Media partner dell'iniziativa Abitare Segesta.

Un documentario sul lavoro di Jim Goldberg, con numerose interviste, accompagna le immagini in mostra.
Parallelamente alla mostra su Jim Goldberg, durante il periodo d'apertura, saranno proposte conferenze, workshop, incontri con importanti figure del mondo dell'arte contemporanea.


La mostra di Goldberg inaugura a Pordenone una delle due sedi che andranno a costituire la nuova Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea di Pordenone "A. Pizzinato", denominazione che si condenserà nella sigla PARCO, Pordenone ARte COntemporanea; nel suo insieme due sedi espositive con oltre 2.000 metri quadrati espositivi. Lo spazio in questione è opera di Thomas Herzog che qui ha voluto realizzare un modello di recupero di edifici storici secondo criteri di assoluta ecocompatibilità, creando uno spazio che compenetra armonia e funzionalità ad un forte significato ambientale. Uno spazio interno alla città e alla sua quotidianità e che si integrerà alla sede principale di PARCO, edificio che a sua volta sarà inaugurato da una retrospettiva intitolata "Corrado Cagli e il suo Magistero. Mezzo secolo di arte italiana dalla Scuola Romana all'Astrattismo".

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram