Giuliano Collina – La pittura come contenitore

La Biennale di Venezia del 1964 sancì il trionfo della Pop americana nella scena artistica europea. Ma già dal 1959 i giovani pittori e scultori italiani avevano potuto conoscere le opere di Robert Rauschenberg, Jasper Johns e Jim Dine grazie alle personali che erano state loro dedicate da importanti gallerie come Il Naviglio e L’Ariete di Milano. Tra loro c’era anche Giuliano Collina, in quegli anni artista ventenne affascinato dalla possibilità di esercitare un linguaggio d’avanguardia nel solco della figurazione. La Pop infatti veniva percepita come un nuovo tipo di pittura figurativa, per di più capace di operare un rivolgimento profondo nel concetto di arte popolare.

Comunicato stampa
Segnala l'evento
La Biennale di Venezia del 1964 sancì il trionfo della Pop americana nella scena artistica europea. Ma già dal 1959 i giovani pittori e scultori italiani avevano potuto conoscere le opere di Robert Rauschenberg, Jasper Johns e Jim Dine grazie alle personali...
23 luglio 2013

Giuliano Collina – La pittura come contenitore

Dal 23 luglio al 07 settembre 2013
arte contemporanea
Location
Orario di apertura
Galleria Credito Valtellinese e MVSA da martedì a venerdì h. 9.00 – 12.00 / 15.00 – 18.00 Galleria Credito Valtellinese sabato h. 9.00 – 12.00 MVSA sabato h. 15.00 – 18.00 chiuso domenica e lunedì
Vernissage
23 luglio 2013, h 18 Sala dei Balli – Palazzo Sertoli, Sondrio
Ufficio stampa
STUDIO ESSECI
Autore
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui