La fine del mondo

Il nuovo Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato riapre il 16 ottobre 2016, dopo la realizzazione dell’avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale disegnato dell’architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell’edificio originario di Italo Gamberini.
In occasione della sua riapertura, il Centro Pecci presenta la mostra La fine del mondo, a cura del direttore Fabio Cavallucci con la collaborazione, oltre che del team interno, di un nutrito gruppo di advisor internazionali.
Attraverso le opere di oltre 50 artiste e artisti internazionali e con un allestimento che si estende sull’intera superficie espositiva del museo di oltre 3000 metri quadrati, la mostra si configura come una specie di esercizio della distanza, che spinge a vedere il nostro presente da lontano.

Comunicato stampa
Segnala l'evento
Save the date: Il nuovo Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato riapre il 16 ottobre 2016, dopo la realizzazione dell'avveniristico ampliamento a forma di navicella spaziale disegnato dell'architetto Maurice Nio e la riqualificazione dell'edificio originario di Italo Gamberini. In occasione...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui