Regina o l’avanguardia mentale

Le sue sculture scelgono l’alluminio (per le -aereosculture futuriste), il gesso, oppure materiali eterogenei che a volte sembrano una poetica anticipazione dell’arte pop, sempre accompagnati da disegni a penna e matita che inseguono e definiscono l’ininterrotta ricerca di una spazialità rigorosa ed essenziale, finche’ proprio negli anni ’50 Regina incontra una materia particolarmente congeniale, il plexiglas, la resina sintetica che diventerà forse la sua preferita, anche se non abbandona mai l’amato ferro.

Comunicato stampa
Segnala l'evento
Regina (Regina Cassola, in arte soltanto Regina, moglie dal 1921 del pittore valtellinese Luigi Bracchi, figurativo lui, tesa sempre alla forma astratta, alle leggi del movimento plastico lei) e' stata una delle maggiori interpreti del percorso che dal secondo futurismo arriva...
16 novembre 2008

Regina o l’avanguardia mentale

Dal 16 novembre al 30 dicembre 2008
arte contemporanea
Location
SOLARIA ARTE
Piacenza, Via Roma, 99, (Piacenza)
Orario di apertura
10.30-12.30 / 16-19.30, chiuso lunedi e giovedi pomeriggio
Vernissage
29 novembre 2008, ore 18
Autore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui