21 gennaio 2019

I micro-mondi di Giannico

 

di

Per “Kaleidos”, la sua prima personale, Teresa Giannico (Bari, 1985) porta negli spazi di Viasaterna, a Milano, due progetti inediti, Lay Out e Ricerca8
«Teresa Giannico – spiega la galleria nel comunicato stampa – da anni si appropria e archivia immagini di oggetti appartenenti al nostro quotidiano, come bottiglie, tappeti e sedie, ricercati e selezionati da internet e dalle fotografie dell’artista, che vengono poi raccolti in un ampio catalogo ordinato per tipologie. Da questo giacimento visivo l’artista seleziona le immagini per la composizione, prima disegnata a matita e poi realizzata attraverso una serie di passaggi consecutivi. Gli oggetti, stampati su carta e montati su un supporto rigido, vengono composti per costituire un diorama in scala ridotta. Un micro-mondo ricostruito che l’artista fotografa e poi elimina, ma di cui rimane traccia nell’unica immagine finale dove il diorama è il soggetto fotografato. […] Per Lay Out (2015) l’artista si concentra sulla riproduzione di interni reali presi da annunci pubblicati online, mettendo in relazione la sfera privata e la vetrina pubblica dello spazio digitale. Ricerca8 (2018), invece, fa fede al disegno e alla giustapposizione pittorica: gli oggetti paiono sospesi nel mistero, parlano di presenza umana, ma questa non compare mai, se non filtrata attraverso la rappresentazione».
Abbiamo posto due domande a Giannico sulla sua ricerca.
È la tua prima personale. Ci puoi raccontare come è nata questa mostra e che tipo di progetti presenti?
«Questa mostra è nata dalla volontà mia e di Irene Crocco di condividere un percorso di ricerca iniziato anni fa e nel quale lei ha subito creduto. Presentiamo due progetti differenti accomunati dall’intento di mettere in discussione il valore documentario della fotografia: Lay Out, una serie che osserva e riproduce in maniera fedele scenari presi dalla realtà e Ricerca8, un progetto che si distacca dal vero e si rifà a scenografie immaginarie».
Quali sono gli elementi attorno a cui ruota la tua ricerca?   
«Ciò che muove ogni mio lavoro è interrogarmi e interrogare sulla percezione dell’immagine; realizzo foto di diorami, modellini tridimensionali in scala di piccole dimensioni, costruiti a partire dalle mie fotografie e immagini trovate su internet. I miei ultimi progetti stanno andando verso la direzione di ricerca di mezzi e possibilità che rendano la fotografia finale un’immagine ambigua, da guardare a lungo».
Una domanda alla galleria: come si inserisce questa mostra nella vostra programmazione? Quali mostre proporrete nei prossimi mesi?
«La mostra si inserisce nel programma di Viasaterna e la sua volontà di rappresentare i giovani artisti contemporanei, con un’attenzione speciale al mondo delle immagini. I prossimi progetti seguiranno questa linea e tenteranno l’incontro con altri linguaggi, già ibridati in questa mostra». (Silvia Conta)
In alto: Teresa Giannico, Interno 10 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print, cm 21×31 © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
In homepage: Teresa Giannico, Interno n°14 dalla serie Ricerca8, 2018, inkjet print © Teresa Giannico, courtesy Viasaterna
Teresa Giannico 
Kaleidos
Dal 22 gennaio all’8 marzo 2019
 
VIASATERNA
Via Giacomo Leopardi 32, Milano
Opening: lunedì 21 gennaio 2019, dalle ore 18.00 alle 21.00
Orario: dal lunedì al venerdì, dalle ore 12 alle 19. Mattina e sabato su appuntamento. www.viasaterna.com



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui