21 dicembre 2020

Italian Council: i vincitori della nona edizione, tra artisti, mostre e pubblicazioni

di

Artisti da promuovere, collezioni da incrementare, talenti da supportare: annunciati tutti i vincitori della nona edizione dell’Italian Council, per la prima volta diviso in tre ambiti

Con 204 candidature provenienti da tutto il mondo, ci è conclusa la nona edizione dell’Italian Council, il bando promosso dalla DGCC – Direzione Generale Creatività Contemporanea del MIBACT, che ha appena presentato i progetti vincitori dei tre ambiti previsti. Per la prima volta, infatti, il concorso dedicato al rafforzamento della presenza dell’arte contemporanea italiana all’estero, si è presentato in una nuova forma ripartita in tre linee di intervento, rivolte, rispettivamente, all’ “Incremento delle collezioni pubbliche d’arte contemporanea”, alla “Promozione internazionale di artisti, curatori e critici”, e allo “Sviluppo dei talenti”.

A decretare i progetti vincitori, una Commissione di valutazione presieduta da Fabio De Chirico, Dirigente della DGCC, e composta da Bartomeu Marí Ribas, critico e curatore, Marco Scotini, critico, curatore e direttore del dipartimento di Arti Visive e Studi Curatoriali della NABA, Claudio Varagnoli, architetto e docente all’Università di Chieti, Angela Vettese, storica dell’arte, critica e docente allo IUAV di Venezia.

Complessivamente, la nona edizione del bando finanzierà 11 nuove produzioni, due acquisizioni di opere, quattro mostre monografiche all’estero, tre partecipazioni a manifestazioni internazionali, sei progetti editoriali internazionali e due residenze di ricerca all’estero. Con il nono bando, inoltre, saranno finanziate per la prima volta nove borse di studio per sostenere la ricerca internazionale di artisti, curatori e critici. 2 i milioni di euro messi a disposizione per la realizzazione dei progetti. L’ultima edizione, l’ottava, aveva visto la partecipazione di 60 candidature, con 19 vincitori.

Collezioni pubbliche da incrementare

Finanziati dall’ottava edizione del bando, i progetti di Marco Bagnoli, presentato dalla Fondazione Museo Montelupo (Montelupo Fiorentino, FI) e destinato al Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino; Fatma Bucak, presentato dalla Kunsthaus Dresden (Germania) e destinato al MAMbo, Bologna; Francesca Grilli, presentato dall’associazione Contemporary Locus (Bergamo) e destinato alla GAMeC di Bergamo; Paolo Icaro, presentato dal Comune di Volterra e destinato alla Pinacoteca Civica di Volterra; Claudia Losi, presentato dalla Direzione Regionale Musei delle Marche e destinato alla Rocca Roveresca di Senigallia; Christian Niccoli, presentato Momentum gUG (Berlino, Germania) e destinato al MAN di Nuoro; Valerio Rocco Orlando, presentato da Nomas Foundation (Roma) e destinato al Museo del Novecento di Milano; Laura Pugno, presentato dall’associazione a titolo (Torino) e destinato al MUSE di Trento; Chiaralice Rizzi e Alessandro Laita, presentato da AFOL Metropolitana/CFP Bauer (Milano) e destinato al MUFOCO di Cinisello Balsamo; Alessandro Sciaraffa, presentato da Fondazione Torino Musei e destinato alla GAM di Torino; Alessandro Sciarroni, presentato da ArtHub Asia (Hong Kong) e destinato al MAN di Nuoro.

Saranno inoltre acquisite e promosse le opere di: Bruna Esposito, presentato dall’Associazione Mantellate (Roma) e destinato al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato; Michele Sambin, presentato dal Circolo del Cinema Ricciotto Canudo (Bisceglie) e destinato al Museo Sigismondo Castromediano di Lecce.

Artisti da promuovere

Nell’ambito della promozione internazionale di artisti, curatori e critici, saranno sostenute le mostre di Emilio Isgrò presso il CAFA (Central Academy of Fine Arts) di Pechino (proponente: Associazione Signum Lab, Milano); di Gaetano Pesce presso l’Aspen Museum (Aspen, Colorado, USA); di Paola Pivi presso il Anchorage Museum (Anchorage, Alaska, USA); di Ilaria Turba presso il Mucem – Musée des civilisations de l’Europe et de Méditerranée (Marsiglia, Francia).

Per la nona edizione dell’Italian Council saranno promosse le partecipazioni alle manifestazione internazionali di Patrizio Di Massimo alla Kathmandu Triennale 2077 (proponente: Siddhartha Art Foundation, Kathmandu, Nepal); di Sissi alla collettiva L’Habit Habite, Villa Bernasconi a Ginevra (proponente: Associazione Acrobazie, Palermo); di Giacomo Zaganelli alla Thailand Biennale, Korat 2021 (proponente: The Office of Contemporary Art and Culture, Ministry of Culture, Thailandia).

Prevista anche una sezione dedicata alle pubblicazioni internazionali. A essere promossi i progetti editoriali presentati da Associazione culturale Il Teatro degli Artisti (Pesaro) dedicato a Eliseo Mattiacci e curato da Lara Conte, Cornelia Mattiacci e Giulia Lotti; dalla Faculté d’Architecture, d’ingénierie architecurale, d’urbanisme (LOCI) – UCLovain (Lovain, Belgio), dedicato al collettivo UFO e curato da Beatrice Lampariello, Boris Hamzeian e Andrea Anselmo; dalla Fondazione Calzolari (Fossombrone, PU) dedicato a Pier Paolo Calzolari e curato da Denys Zacharopoulos, Andrea Viliani; dalla Fondazione Il Giardino di Daniel Spoerri – Hic Terminus Haeret (Seggiano, GR) curato da Anna Mazzanti; da MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma | Azienda Speciale Palaexpo dedicato a Cinzia Ruggeri e curato da Luca Lo Pinto; da SAVVY Contemporary (Berlino) e curato da Elena Agudio, Angelica Pesarini, Elena Quintarelli e Chiara Figone.

Talenti da sviluppare

La nona edizione di Italian Council ha messo a disposizione la possibilità di ricevere borse di studio annuali per supportare la pura ricerca artistica, critica e curatoriale. In questo ambito, saranno promosse le residenze di Alice Pedroletti presso ZK/U – Center for Art and Urbanistics, Berlino; di Federica Carola Spadoni presso Künstlerhaus Bethanien gGmbH, Berlino. I progetti che riceveranno i grants saranno invece quelli presentati da Elena Abbiatici (curatrice), Eugenia Delfini (artista), Marialaura Ghidini (curatrice), Emanuele Rinaldo Meschini (critico), Giovanna Costanza Meli (critica), Federica Patti (curatrice), Alessandro Quaranta (artista), Justin Randolph Thompson (artista), Francesca Verga (curatrice).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui