fino al 8.IX.2006 - Eric Wesley - Napoli, Galleria Fonti 3066 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
22/07/2019
Partecipa all'edizione 2019 di Fuori Fuoco Moak e racconta il caffè in tutte le sue forme
22/07/2019
Da Noto, in partenza per la Luna, con Photology Air
22/07/2019
Addio a Ilaria Occhini, volto gentile e notissimo di cinema, teatro e tv
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

fino al 8.IX.2006
Eric Wesley
Napoli, Galleria Fonti

   
 Una fitta trama di citazioni in uno spazio frammentato. E due coordinate alla base della creazione. Wesley medita sull’addizione e sulla sottrazione. Una mostra a metà strada tra concettualismo e filosofia… marianna agliottone 
 
pubblicato
Per chi conosce il lavoro di Eric Wesley (Los Angeles, 1973) è chiaro che sia lo stile che gli oggetti realizzati per la sua personale napoletana appaiono un po’ sfuggenti rispetto a tutte le esperienze precedenti caratterizzate da più rigore e precisione. La giovane promessa americana ha capito che oggi l’arte può essere individuata anche all’interno di una formula e, per questa via, rispolvera i vecchi principi alla base della creazione e lavora con la coscienza regolata sulla fisica aristotelica.
Addizione/sottrazione della materia, dunque, è il comune denominatore di questi recentissimi lavori, ma sostanzialmente diversi sono gli esiti della sua applicazione. L’itinerario della mostra è infatti pieno di sorprese. Sorprendente è l’analogia delle due sculture all’entrata con la precedente mostra di Nicola Gobbetto: strutturate per “occupare lo spazio” e realizzate con un assemblage di forme di polistirolo. Il processo di Wesley, però, gioca con due movimenti: uno di addizione delle forme, l’altro di sottrazione attraverso un gesto che taglia, spiana e frattura il nucleo solido della materia. Tutta l’operazione nasce in situ (come è evidente dal reportage fotografico che scandisce le pareti del corridoio) e, parodiando l’Hollywood Balls di Frank Gehry, risente dello spirito provocatorio e intenzionalmente monumentale dell’architetto canadese.
Nel susseguirsi di citazioni, anche il titolo della mostra (questa volta il riferimento è il leit motiv di una canzone di George Gershwin: “You say tomato. I say tomato. You say potato. I say potato”) può essere un utile richiamo. All’ironia si sovrappone l’illusionismo. Il coinvolgimento diretto del visitatore in un semplice (ma sempre efficace) gioco di punti di vista che, nell’installazione fotografica, avvia la ricostruzione del pomodoro e della patata, e proclama la percezione come fatto mentale.
Eric Wesley. Untitled, 2006, poliuretano polistirolo PVC 3 metri (diam.), Courtesy Galleria Fonti
La mostra, però, per l’occasione si conclude al secondo piano dove, nel vacillare di un appartamento in ristrutturazione, la ragion dialettica di Wesley dalla scultura di estende anche alla pittura. Nel rimando continuo a matrici e modelli culturali, l’artista da un lato sovrappone e dall’altro diluisce. Prima assume il motivo tipico del simbolismo europeo, la stella dorata, e la moltiplica fino a riempire la superficie della tela. Poi, con un gesto svelto e risolutivo, riesprime la pittura in privazione e sottrazione entro spessi contorni; trasformando quello ch’era massa e volume in velata, e un po’ acquosa, atmosfera.

articoli correlati
La personale da Franco Noero nel 2002
Top 100 Future Greats

marianna agliottone
mostra visitata l’8 giugno 2006


Eric Wesley - You say tomato. I say tomato
Galleria Fonti, Via Chiaia 229 – 80132 Napoli
Info tel/fax +39 081 411409 – orari: dal martedì al venerdì ore 16.30-19.30
info@galleriafonti.itwww.galleriafonti.it


[exibart]
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
vedi la scheda tecnica dell'evento
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di marianna agliottone
vedi calendario delle mostre nella provincia Napoli
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Eric Wesley, Franco Noero, Frank Gehry, George, Marianna Agliottone, Nicola Gobbetto
 

2 commenti trovati  

03/09/2006
antonio picone, salerno
a' Fonti, arritirateeeeeee!

06/07/2006
porgy & bess
du' palle così!

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram