Tutti i numeri di Christie’s del 2018 3073 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
26/06/2019
Il Ninfeo degli Specchi torna alla luce, con zampilli e scherzi d'acqua
26/06/2019
Ecco il nuovo motore di ricerca per chi non ricorda i titoli dei film
25/06/2019
Un manifesto per l’arte attiva. Al MAXXI, la prima bozza di Art Thinking
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Tutti i numeri di Christie’s del 2018

   
   
 
Tutti i numeri di Christie’s del 2018
pubblicato

Fortemente sostenuta dalla vendita record della collezione di Peggy e David Rockefeller a New York lo scorso maggio, Christie's ha annunciato che le vendite nel 2018 hanno raggiunto 5,3 miliardi di sterline (7 miliardi di dollari), il numero più alto di sempre.
I risultati del 2018 rappresentano un aumento del 3 per cento rispetto al 2017, che sarà sempre un anno difficile da seguire dopo che Christie's ha venduto il Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci per 450 milioni, spingendo il banditore Jussi Pylkkänen ad affermare: "Non ci sarà mai un altro dipinto che venderò per più di questo."
Se gli acquisti statunitensi sono stati particolarmente forti nel 2018: le vendite nelle Americhe sono aumentate a 2,7 miliardi di sterline, in aumento del 9 per cento, con gli acquirenti Americani che rappresentano il 39 per cento della spesa globale; Europa e Medio Oriente hanno perso l'8 per cento fermandosi a 1,4 miliardi di sterline pari al 36 per cento della spesa a livello globale. 
Dirk Boll, presidente di Christie's in Europa, Medio Oriente, Russia e India, afferma che l'effetto "Rockefeller" ha incrementato le vendite negli Stati Uniti. La vendita di Rockefeller ha raccolto solo $ 835 milioni, un record per una collezione privata all'asta. "Ai clienti piace andare sulle piattaforme di cui hanno letto il successo. Alcuni dei nostri clienti hanno preferito gli Stati Uniti al Regno Unito, questo per una situazione americana favorevole, non per un problema britannico", sottolinea. Nel frattempo, la spesa in Asia continua ad espandersi, seppur moderata dal rallentamento della crescita dell'economia cinese. "Le persone sono state un po’ più prudenti, ma gli acquirenti cinesi sono ancora molto attivi", afferma Boll.
Il settore online ha registrato la crescita maggiore: con un aumento del 16 per cento ha raggiunto 188,3 milioni di sterline rispetto ai 165,6 milioni di sterline nel 2017. Continua Boll "Quello che è bello è che, in un periodo di tempo relativamente breve, iniziano un viaggio con il cliente e passano alle vendite dal vivo nella sala di vendita".

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram