Pietro Pirelli - Arpa di Luce 3089 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
18/06/2019
In Germania, presso la Stadtgalerie Kiel, inaugurata la seconda tappa della mostra del Premio Fondazione Vaf
18/06/2019
Archy Art è il nuovo software per gestire gli archivi d’artista
18/06/2019
VALIE EXPORT vince il Roswitha Haftmann Prize 2019. Il premio alla sua ricerca coraggiosa
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche

arte contemporanea, collettiva MAGA - MUSEO D'ARTE DI GALLARATE ​ Via Egidio De Magri 1 Gallarate 21013

Gallarate (VA) - sab 17 luglio 2010

Pietro Pirelli - Arpa di Luce

Pietro Pirelli - Arpa di Luce

 [Vedi la foto originale]
MAGA - MUSEO D'ARTE DI GALLARATE
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert - tieni d'occhio questa sede
Via Egidio De Magri 1 (21013)
+39 0331791266 , +39 02542757
www.museomaga.it
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

grandiosa installazione di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi e Francesco Murano invitati direttamente dall'ultima edizione di LUMINALE 2010 festival della luce, Francoforte. Musicista e artista visivo, Pietro Pirelli realizzerà una performance per il MAGA.
biglietti: free admittance
vernissage: 17 luglio 2010. ore 18.30_ Incontro dibattito con Luca Beatrice
ore 21.00_ Arpa di Luce
Di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi, Francesco Murano
Installazione interattiva e performance nel teatro all'aperto del Museo
ufficio stampa: STUDIO ESSECI
autori: Luca Beatrice, Giampietro Grossi, Francesco Murano, Pietro Pirelli
genere: performance - happening, incontro - conferenza, serata - evento

segnala l'evento ad un amico

mittente:
e-mail mittente:
e-mail destinatario:
messaggio:

individua sulla mappa

comunicato stampa
Venerdì 16 e sabato 17 luglio dalle ore 21.00 il teatro all'aperto del MAGA ospiterà Arpa di Luce, grandiosa installazione di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi e Francesco Murano invitati direttamente dall'ultima edizione di LUMINALE 2010 festival della luce, Francoforte. Musicista e artista visivo, Pietro Pirelli realizzerà una performance per il MAGA.
In occasione di Gallarate sotto le stelle, iniziativa dell'Assessorato Grandi Eventi, il MAGA rimane aperto nel weekend fino alle 24.00 ospitando sabato 16 luglio alle ore 18.30 un vivace dibatto con Luca Beatrice sulla infinita varietà di input culturali che hanno caratterizzato gli anni Ottanta, momento di confronto in relazione alla mostra Flash'80. L'universo camaleontico degli anni Ottanta, in corso al MAGA fino al 26 settembre 2010.
Con un unico biglietto (? 5,00) si potrà partecipare al dibattito, ascoltare il concerto, visitare la mostra Flash'80 e la ricca collezione permanente, vedere la nuova grande installazione di Pierluigi Calignano La superficie di uno specchio d'acqua per Floor#1- spazio progettuale contemporaneo e usufruire della lounge area presso il Con.temporary.bar.

venerdì 16 luglio 2010_apertura straordinaria fino alle 24.00

Ore 18.00_lounge area Con.temporary.bar
White Music Black Sound
DJ Set e video proiezioni sull'edificio_Organizzato da Scarlett Eventi

ore 21.00_Arpa di Luce
di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi, Francesco Murano
Installazione interattiva e performance nel teatro all'aperto del Museo

sabato 17 luglio 2010_apertura straordinaria fino alle 24.00

ore 18.30_ Incontro dibattito con Luca Beatrice
ore 21.00_ Arpa di Luce
Di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi, Francesco Murano
Installazione interattiva e performance nel teatro all'aperto del Museo


Luca Beatrice
Sabato 17 luglio 2010_ore 18.30

Luca Beatrice (Torino,1961) Ha collaborato con numerose istituzioni pubbliche e fondazioni private, tra cui Regione Piemonte, GAM di Bologna, Museion di Bolzano, MART di Rovereto, Triennale di Milano, Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino. E' inoltre autore del libro Da che arte stai? Una storia revisionista dell'arte italiana (Rizzoli 2010) e del volume incentrato sul rapporto tra musica e arte Visione di suoni. Le arti visive incontrano il Pop (Arcana 2010). E' stato curatore della Biennale di Praga (2003-2005) e del Padiglione Italia alla Biennale di Venezia nel 2009. Scrive per "Il Giornale" e collabora alle riviste "Arte", "Max", "Rumore".

Arpa di Luce
di Pietro Pirelli, Giampietro Grossi, Francesco Murano
Venerdì 16 e sabato 17 luglio 2010_ore 21.00-24.00

Installazione interattiva di luce e suono

Sviluppo musicale e visivo: Pietro Pirelli
Ideazione e sviluppo tecnico: Gianpietro Grossi
Design: Francesco Murano
Sviluppo software interattivo: AGON, Davide Tiso
Performance e musiche: Pietro Pirelli
Produzione: AGON, 2010

Immaginiamo di sfiorare con le dita un fascio di linee di luce, tirate tra gli estremi di un grande spazio architettonico.
Ne esce il suono di un'arpa, l'architettura si è trasformata in un grande strumento a corde, la cui musica è quella preferita dagli dei, perché espressione dell'Armonia delle Sfere Celesti. (Metamorfosi di Ovidio, libro 11)
Con quel suono, assieme a Pitagora, volgiamo lo sguardo verso l'alto, scoprendo che il nostro agire musicale produce anche una serie bellissima di accadimenti luminosi. Lambita da oggetti oscillanti, l'arpa è sensibile alle azioni del pubblico. Sentire e vedere coincidono nel medesimo gesto.

L'Arpa di Luce può essere utilizzata per la performance di un musicista ma può anche essere suonata dal pubblico.
Nel collocarla si vuole trasformare lo stesso ambiente che la contiene in un grande strumento musicale. L'azione sulle corde produce straordinari effetti visivi collegati con naturalezza all'intenzione musicale. Azione sonora e visiva coincidono. Consideriamola un'invenzione, ma anche un'opera d'arte, quando diventa uno straordinario strumento per interpretare poeticamente uno spazio e creare interessanti modalità di interazione con le persone che la "toccano". Questo contatto avviene direttamente con le mani, ma anche attraverso vari oggetti, tra cui un grande pendolo che viene fatto oscillare tra le corde laser.
Alla messa a punto tecnica di Gianpietro Grossi si è affiancato il lavoro del compositore Pietro Pirelli coaudiuvato sul progetto interattivo. Oltre alla ricerca dei suoni da attribuire alle corde laser, Pirelli ha studiato il modo di rendere musicalmente varia e interessante la nuova gestualità che si crea e le probabili azioni sullo strumento da parte del pubblico. Sempre via software si è trovato il percorso musicale attorno al moto oscillatorio del pendolo, il cui braccio lambisce le corde dell'Arpa di Luce creando una dolce e ipnotica composizione musicale. E' relazione fra musica e quel fenomeno fisico oscillatorio che è anche l'origine del suono stesso.
Arpa di Luce è stata progettata per la biennale Luzboa 2008, da collocarsi sul grande arco che conduce alla Praha do Commercio a Lisbona.
In aprile 2010 è stata presentata a Luminale Frankfurt nel contesto Luces Light art from Italy www.luces.it / www.youtube,com

Pietro Pirelli è compositore e performer. Da molti è conosciuto soprattutto per i numerosi concerti che ha tenuto con le Pietre Sonore di Pinuccio Sciola, ma anche per le sue ricerche che sfociano in performance dove luce e arti visive si affiancano con naturalezza alla musica.
AGON centro di produzione, ricerca e sperimentazione musicale fondato a Milano nel 1990, rappresenta un punto di riferimento per la musica contemporanea e per l'utilizzo creativo delle tecnologie elettroniche ed informatiche.
Dagli ultimi anni l'attività è rivolta principalmente allo sviluppo di forme innovative di rappresentazione e di rapporto con il pubblico attraverso la multidisciplinarietà, l'interattività e le performing arts. Il centro ha realizzato oltre 300 produzioni fra concerti, commissioni a compositori, opere radiofoniche, spettacoli di teatro-musica, video-opere, installazioni multimediali interattive, colonne sonore per film e video. L'attività si articola su più fronti: produzione musicale e multimediale, progettazione e produzione di festival e rassegne, sviluppo di ricerca applicata, corsi di formazione, documentazione, convegni, pubblicazioni, recupero e valorizzazione di opere storiche della musica elettronica.
AGON ha collaborato con le maggiori istituzioni in Italia e all'estero.

 
Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram