torino

Non solo più essere, ossia quello che voglio, ma esserci che implica la presenza  visibile alle persone intorno a me. La stessa presenza è l’obbligo creato in “Carousel” con l’intento di smascherare, anzi, di costringere un atto voyeuristico di partecipazione,

dal 27.XI.1999 al 19.I.2000 | Avvistamenti | Torino, GAM |

Bonvicini: attacco a sorpresa alla GAM
dal 17.VII.1999 al 6.I.2000 | Giuseppe Pelizza da Volpedo | Torino, GAM

dal 17.VII.1999 al 6.I.2000 | Giuseppe Pelizza da Volpedo | Torino,...

E ciò che l'una fa, e le altre fanno
(Purgatorio, III, 82)...
dal 25.IX.1999 al 3.X.1999 | Il viaggiator curioso | Pralormo (to), Castello di Pralormo

dal 25.IX.1999 al 3.X.1999 | Il viaggiator curioso | Pralormo (to),...

Il Castello di Pralormo: lo scenario più coinvolgente ed affascinante per la mostra più breve, purtroppo, di quest'inizio d'autunno ricco di interessanti iniziative culturali in Piemonte

opportunità | un percorso innovativo ed europeo per chi vuole diventare...

Riparte la quarta edizione del Corso di perfezionamento per Responsabile di progetti culturali, iniziativa promossa da Artlab, in collaborazione con l'ICCM - International Centre for Culture & Management di Salisburgo
dal 26.IX.1999 al 7.Xi.1999 | Guarene Arte ’99 e Zone d’Arte | Guarene d’Alba (cn), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

dal 26.IX.1999 al 7.Xi.1999 | Guarene Arte ’99 e Zone d’Arte...

Guarene d'Alba (Cn): tanto violento quanto suggestivo ed intrigante è il contrasto che contrappone la quiete e l'immobilità secolare della campagna circostante, coi suoi vigneti e le sue attività contadine immutate negli anni, al fervore delle più interessanti avanguardie artistiche mondiali, alla tempesta d'idee innovative dell'arte contemporanea. Il dualismo filosofico tra la splendida cornice paesaggistica, la campagna di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio, e la dinamicità degli organizzatori di Guarene Arte non è solo metaforico, ma anche fisico. Il punto di contatto è il settecentesco edificio Palazzo Re Rebaudengo, lo spazio espositivo per l'arte contemporanea voluto dalla Fondazione presieduta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo
dal 4.VII.1999 al 7.XI.1999 | I trionfi del Barocco – Architettura in Europa 1600-1750 | Nichelino, Palazzina di Caccia di Stupinigi

dal 4.VII.1999 al 7.XI.1999 | I trionfi del Barocco – Architettura...

Questa frase di Jacob van Campen (De Bie, 1661): "Ogniqualvolta l'architettura si accompagna alla nobile pittura e assieme convivono in unita e perfetta comprensione, si ritiene allora che ciascuna arte raddoppi il suo valore" può essere considerata la presentazione dell'esposizione "I trionfi del Barocco", infatti sintetizza in modo perfetto lo sforzo, ben riuscito, degli organizzatori di raffigurare ogni aspetto della creatività dell'epoca barocca per consentire al visitatore di respirare l'atmosfera della vita nella società barocca
Il Concentrico di Stupinigi

Il Concentrico di Stupinigi

Incaricato nel 1729 dal Re Vittorio Amedeo II, Filippo Juvarra concepisce a Stupinigi una delle più importanti residenze nobiliari di questo secolo. Stupinigi rappresenta il fulcro concettuale e formale dell'architettura dello Juvarra: è una creazione spettacolare che vede la Palazzina come perno attorno al quale incalza un moto centripeto e centrifugo allo stesso tempo, ricco di effetti scenografici, di giochi di luce e di scorci prospettici, dove lo spazio si trasforma e si moltiplica a seconda del punto di vista dello spettatore
dal 17.IV.1999 al 20.VI.1999 | Splendori della Corte degli Zar | Torino, Archivio di Stato

dal 17.IV.1999 al 20.VI.1999 | Splendori della Corte degli Zar |...

L'epopea del mecenatismo dei Romanov, l'atmosfera raffinata di corte, il respiro culturale di grande intensità uniti all'imperiale maestosità, al fulgente sfarzo di San Pietroburgo, “la più bella città d'Europa”, come la definì Voltaire, sono apprezzabili in tutta la loro magnificenza nella mostra “Splendori della Corte degli Zar” all'Archivio di Stato di Torino dal 17 aprile al 20 giugno
dal 27.III.1999 al 27.VI.1999 | Napata e Meroe – Templi d’oro sul Nilo | Torino, Promotrice delle Belle Arti

dal 27.III.1999 al 27.VI.1999 | Napata e Meroe – Templi d’oro...

Camminare lungo il Nilo alla scoperta dei templi faraonici di Napata, già celebrati nell'Aida, e delle piramidi di Meroe, custodi del leggendario tesoro della regina Amanishakhéto: questa l'affascinante proposta, dal 27 marzo al 27 giugno 1999, alla Promotrice delle Belle Arti (Parco del Valentino, Torino) e, come seconda sede, al Museo Egizio di Torino, della mostra “Napata e Meroe. Templi d'oro sul Nilo” dedicata alle antichità nubiane

scopri ogni giorno le ultime notizie
nel mondo dell'arte, del cinema,
della moda e della cultura.
Inserisci la tua email e premi iscriviti.

la tua email
Iscrivendoti accetti la nostra informativa sulla privacy.
Si può annullare l'iscrizione in qualsiasi momento.