DA BOLDINI A SEGANTINI. Riflessi dell’impressionismo in Italia

La mostra presenta 35 opere, molte mai esposte a Milano, di alcuni tra gli indiscussi protagonisti dell’arte italiana dell’Ottocento. Tra i capolavori, Alpe di maggio di Giovanni Segantini, La lettera di Federico Zandomeneghi, appartenuta alla celebre raccolta di Giacomo Jucker, Via di Ravenna di Telemaco Signorini, mai visto a Milano.

Comunicato stampa  
Segnala l'evento
26 marzo 2015

DA BOLDINI A SEGANTINI. Riflessi dell’impressionismo in Italia

Dal 26 marzo al 28 giugno 2015
arte moderna
Location
GAMMANZONI
Milano, Via Alessandro Manzoni, 45, (Milano)
Biglietti
intero, 6 euro; ridotto: € 5 scolaresche (presentando alla cassa lista completa degli studenti), gruppi compresi tra le 10 e le 25 persone, soci Fai e soci Touring Club; gratuito: bambini da 0 a 10 anni e diversamente abili.
Orario di apertura
da martedì alla domenica 10-13 e 15-19 (ultimo accesso 18.30)
Vernissage
26 marzo 2015, ore 18.00 (su invito)
Ufficio stampa
CLP
Autore
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui