Disegni di luce. Angelo Garoglio fotografa Medardo Rosso

È noto come l’opera di Medardo Rosso (Torino 1858 – Milano 1928) sia considerata “instabile”, frutto di vibrazioni spazio-temporali che ne contraddistinguono la potente ma incerta presenza. L’artista fotografava le proprie sculture, la loro installazione e posizione nello spazio, “sigillava” infine con un’ulteriore fotografia l’intera sequenza, dando così testimonianza di come la fotografia appartenesse di diritto alla sua poetica.
Angelo Garoglio (1951), artista nato a Milano ma ormai torinese di adozione, facendo tesoro della ricerca e degli intenti di Rosso, ci mostra la “sua” visione, presentando al pubblico immagini di opere del grande maestro.

Comunicato stampa
Segnala l'evento
È noto come l’opera di Medardo Rosso (Torino 1858 - Milano 1928) sia considerata “instabile”, frutto di vibrazioni spazio-temporali che ne contraddistinguono la potente ma incerta presenza. L’artista fotografava le proprie sculture, la loro installazione e posizione nello spazio, “sigillava” infine...
13 ottobre 2012

Disegni di luce. Angelo Garoglio fotografa Medardo Rosso

Dal 13 ottobre 2012 al 13 gennaio 2013
fotografia
arte contemporanea
Location
Biglietti
Intero: 8,00 euro Ridotto: 5,50 euro Ragazzi da 6 a 14 anni; studenti* da 15 a 25 anni; accompagnatori (max. 2) di gruppi di ragazzi o studenti; cittadini ultrasessantacinquenni; personale* del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; titolari di Carta Rolling Venice; soci F.A.I.* Gratuito residenti e nati nel Comune di Venezia; membri I.C.O.M.; bambini da 0 a 5 anni; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate; interpreti turistici* che accompagnino gruppi; 1 gratuità o
Orario di apertura
10 – 18 (biglietteria 10 – 17), fino al 31 ottobre; dal 1 novembre 10 – 17 (biglietteria 10 – 16) - chiuso lunedì
Vernissage
13 ottobre 2012, ore 11.00 su invito
Editore
SKIRA
Autore
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui