Incanti e scoperte. L’Oriente nella pittura dell’Ottocento italiano

Le suggestioni ispirate da culture remote e misteriose, le terre lontane, la tensione verso l’ignoto, i soggetti storici o fantastici, le atmosfere e le narrazioni ispirate all’Oriente, introducono nella pittura europea, fin dalla prima metà dell’800, il fascino e il singolare genere dell’esotismo, vissuto fin dall’inizio con piena sensibilità romantica.

Comunicato stampa
Segnala l'evento
“Danzando, Kuchuk lasciava cadere le vesti – scrive Flaubert durante il lungo soggiorno in Egitto nel 1849 – Alla fine rimase nuda, solo con un fichu che teneva in mano…Alla fine gettò via anche il fichu. Quella era l’Ape. Dopo aver...
03 marzo 2011

Incanti e scoperte. L’Oriente nella pittura dell’Ottocento italiano

Dal 03 marzo al 10 luglio 2011
arte moderna
Location
PALAZZO DELLA MARRA – PINACOTECA GIUSEPPE DE NITTIS
Barletta, Via Enrico Cialdini, 74, (Bari)
Orario di apertura
tutti i giorni 10 – 20; venerdì 10 – 23; chiusura tutti i lunedì non festivi
Vernissage
3 marzo 2011, ore 18.30
Editore
SILVANA EDITORIALE
Ufficio stampa
STUDIO ESSECI
Autore
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui