La città che sale – Omaggio al 40° di Castellanza

Il titolo è ripreso dal celebre dipinto futurista del 1910-1911 di Umberto Boccioni, nel quale vengono esaltati il lavoro umano e la città moderna plasmata sulle esigenze dell’uomo del futuro. Tali sono state le idee espresse da alcuni artisti in mostra attraverso la rappresentazione simbolica o metaforica delle mutazioni del paesaggio, soprattutto urbano, dal tempo delle ciminiere del Cotonificio al sorgere del Museo Pagani, della Liuc-Università Cattaneo, della “Casa dei bambini” Montessori. Naturalmente non mancano riferimenti al fiume Olona, ai luoghi caratteristici della vecchia cittadina, all’unione dei due nuclei storici sulle opposte rive, Castegnate e Castellanza

Comunicato stampa
Segnala l'evento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui