L’ossessione nordica. Böcklin, Klimt, Munch e la pittura italiana

L’arte nordica (scandinava, baltica, scozzese e tedesca più in generale) occupò nelle prime edizioni della Biennale di Venezia, che nasce nel 1895, il ruolo di protagonista, rappresentando un elemento di novità e la vera svolta verso linguaggi e sensibilità ‘moderni’ e talvolta rivoluzionari. Incise anche sull’ evoluzione dell’ambiente artistico italiano tanto che Vittorio Pica, il critico italiano forse più aggiornato e internazionale dell’epoca, ebbe a dire nel 1901 come gli artisti italiani, vecchi e giovani, fossero presi da una sorta di ossessione nordica. Una grande mostra dedicata proprio agli artisti nordici e alla loro influenza sulla pittura italiana, sarà presentata in anteprima

Comunicato stampa
Segnala l'evento
21 febbraio 2014

L’ossessione nordica. Böcklin, Klimt, Munch e la pittura italiana

Dal 21 febbraio al 22 giugno 2014
arte moderna
Location
PINACOTECA DELL’ACCADEMIA DEI CONCORDI – PALAZZO ROVERELLA
Rovigo, Via Giuseppe Laurenti, 8/10, (Rovigo)
Sito web
www.mostraossessionenordica.it
Ufficio stampa
STUDIO ESSECI
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui