Sinibaldo Scorza (1589 – 1631) – Favole e natura all’alba del Barocco

Animalista straordinario e sublime narratore quando inscena i miti di Circe, Orfeo o Didone, narrati come fiabe nella natura della sua campagna ligure-piemontese ritratta dal vero con i cieli e i monti azzurri presi a prestito dai nordici, Sinibaldo Scorza (Voltaggio, 1589 – Genova, 1631) vive poco ma lavora moltissimo, specie con matita e penna. Più di rado dipinge scegliendo supporti cari agli Oltramontani: tavolette, tondini di legno, piccoli rami, e tele mai troppo grandi

Comunicato stampa
Segnala l'evento
Palazzo della Meridiana annuncia la prima retrospettiva su Sinibaldo Scorza (1589-1631), affascinate protagonista della pittura genovese ed europea di primo Seicento, all’ “alba del Barocco” quindi, come opportunamente evidenzia il sottotitolo della mostra. Anna Orlando, specialista riconosciuta a livello internazionale...
09 febbraio 2017

Sinibaldo Scorza (1589 – 1631) – Favole e natura all’alba del Barocco

Dal 09 febbraio al 04 giugno 2017
arte antica
Location
PALAZZO DELLA MERIDIANA
Genova, Salita di S. Francesco, 4
Biglietti
intero 10 €; ridotto 7 €; scuole 5 €; cumulativo con mostra a Palazzo Rosso, Musei di Strada Nuova 12 €
Orario di apertura
Da martedì a venerdì 12-19; sabato e domenica 11-19; lunedì chiuso
Vernissage
9 febbraio 2017, su invito
Ufficio stampa
STUDIO ESSECI
Autore
Curatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui