marchio exibart.com  

Annunciati i vincitori di Italian Council, il premio della Direzione Arte e Architettura

Yuri Ancarani, Giorgio Andreotta Calò, Leone Contini, Lara Favaretto, Flavio Favelli, Anna Franceschini e Luca Trevisani sono i vincitori della seconda edizione di Italian Council, il concorso bandito dalla DGAAP-Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del MiBACT, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri. 
42 i progetti presentati, pervenuti da istituzioni internazionali come la Kunsthalle di Basilea, l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e l’Akademie Schloss Solitude di Stoccarda, e nazionali, come il Castello di Rivoli, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, la Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee e Viafarini. I 7 vincitori sono stati selezionati da una commissione presieduta da Federica Galloni, Direttore Generale DGAAP, coordinata da Carolina Italiano e composta da Carlos Basualdo, Stefano Baia Curioni, Maria Grazia Messina e Alberto Salvadori. Obiettivo del concorso è favorire la diffusione dell’arte italiana all’estero, sostenendo la partecipazione di artisti italiani alle manifestazioni internazionali più importanti e supportando quei progetti proposti da musei, fondazioni e istituzioni, che prevedono l’incremento delle collezioni attraverso la produzione di opere. Per questa seconda edizione del concorso sono stati stanziati 490.000 euro, che vanno a sommarsi ai circa 450.000 messi a disposizione per il primo bando, vinto da Alterazioni Video, Danilo Correale, Nicolò Degiorgis, Eva Frapiccini, Alice Gosti, Margherita Moscardini e Patrick Tuttofuoco
«Il percorso di Italian Council giunge alla conclusione di questo primo anno. Sono molto soddisfatta per la qualità delle proposte e delle collaborazioni, a dimostrazione della vitalità dell’arte contemporanea italiana e della sua capacità di essere dotata di un evidente respiro internazionale. Sono certa che il potenziale artistico di tutti i partecipanti sarà apprezzato all’interno delle istituzioni internazionali che hanno sostenuto l’iniziativa diventandone partner», ha commentato Federica Galloni.