Chi se lo compra, per undici milioni di dollari, l'appartamento con murales di Keith Harin... 3117 utenti online in questo momento
exibart.com
giochi
 
community
Allons Enfant/5
Lettera Aperta
PREVIEW
Senti chi Parla
La lavagna
Question Time
Exibart.segnala
sondaggio
La nomina a curatore del padiglione Italia di Vincenzo Trione ha suscitato diverse perplessità. Che ne pensate voi?
• C'erano sicuramente addetti ai lavori più qualificati e non è possibile che in Italia tutto passi all'infuori del merito!
• Potrebbe essere una sorpresa, anche se non è "ufficialmente" un curatore
• Farà un bel Padiglione, d'altronde è una voce fuori dal coro del solito di giro di musei, direttori, curatori etc
• Sarà un'altra Biennale in cui l'Italia farà una figuraccia
• Metterà in mostra qualche amico più o meno conosciuto
recensioni
rubriche
         
 

Chi se lo compra, per undici milioni di dollari, l'appartamento con murales di Keith Haring incorporato?

   
   
 
pubblicato martedì 22 gennaio 2013

Keith Haring - Pop Shop - photo Charles Dolfi-Michels

Vendesi appartamentino su tre livelli, superficie di 8mila e 200 piedi quadrati, nel cuore di TriBeCa, lower Manhattan. Edificio dei primi del XIX secolo, soffitti molto alti e grandi vetrate in stile fabbrica. Nello stabile, un tempo studentato della School of Visual Art visse Keith Haring, celebre graffitista. Una targa perfetta per un annuncio immobiliare che vale 11 milioni e 75mila dollari, e che non solo offre alloggio, ma anche un'opera d'arte in permanenza. Su un muro della casa, infatti, c'è ancora traccia del passaggio dell'ex studente grafomane, che con alcool e lucido da scarpe nero, nel 1978, "imbrattò” la parete con le sue iconiche sagome antropomorfe. L'opera ufficiosa, però, è stata danneggiata da degli "scaltri” agenti immobiliari, probabilmente parecchio a digiuno di arte del '900, durante la cessione della SVA del caseggiato ad una società immobiliare che ne ha fatto appartamenti di lusso. L'opera però è ancora visibile nell'ultimo tratto della parete verso il soffitto. Dopo essere stata coperta da un muro posticcio nel 2007, oggi il murales è tornato di nuovo alla luce. Chissà se i futuri acquirenti decideranno di lasciarla dov'è e di non imbiancare un "affresco” che, se portato su una dimensione vendibile, potrebbe valere milioni. Certo è che i nuovi proprietari, nel caso decidano di lasciare l'opera, avranno qualcosa di cui vantarsi a cena con gli amici. 


strumenti
invia la notizia ad un amico
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart per continuare a consultarlo gratuitamente
inserisci un commento alla notizia

trovamostre