didattica_interviste - Didattica dal sapore internazionale 3087 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
I capolavori degli Uffizi, raccontati dalle voci degli attori
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

didattica_interviste
Didattica dal sapore internazionale

   
 Venezia-Bologna-Roma. Sono le tappe dell’educational-tour della Fondazione Guggenheim. All’insegna di una didattica multilingue, approcci informali ma anche e soprattutto molti progetti multi-disciplinari e formativi. Il fil rouge lo porge Elena Minarelli... Annalisa Trasatti 
 
pubblicato
L'anno educativo si è aperto con il consueto convegno di presentazione del progetto A scuola di Guggenheim. Quali le novità salienti del 2010?
L’anno scolastico 2009/2010 ha visto il progetto di A scuola di Guggenheim arricchirsi della collaborazione della Fondazione Marino Golinelli, realtà attiva nella diffusione della cultura scientifica, nella ricerca e nella formazione.
Tutta la proposta didattica di quest’anno sarà pertanto incentrata sul binomio arte e scienza e sulle contaminazioni, i metodi e i linguaggi delle due discipline, che culmineranno dal 7 all’11 aprile con la mostra Arte, Scienza e Scuola che si terrà presso la Collezione Peggy Guggenheim. L’esposizione presenterà i lavori realizzati dalle classi spaziando fra le tematiche proposte durante le varie fasi formative del progetto. Il percorso prevederà un’introduzione sulle figure dell’artista e dello scienziato, proseguirà esplorando in forma trasversale le problematiche legate ai sensi e alla percezione e approfondendo argomenti quali l’astronomia, la materia, il concetto di vuoto e il rapporto tra follia e genialità.
La mostra Arte, Scienza e Scuola sarà un’importante occasione per dare visibilità ai progetti svolti dagli insegnanti e alla qualità degli elaborati prodotti dagli studenti, nonché un momento di festa per celebrare un altro anno scolastico insieme.
Famiglie in festa - 27 settembre 2009 - photo Andrea Sarti
Sempre nell’ambito della collaborazione con la Fondazione Marino Golinelli, nel fine settimana dal 19 al 21 marzo siamo stati presenti a Bologna nell’ambito della Scienza in piazza con due laboratori: Dualismo binario, che prevede la presentazione della struttura del codice binario, del suo utilizzo per il linguaggio digitale, ma anche una riflessione più generale sull’impiego dei codici identificativi e l’identità personale; e AccadueO, biodiversità ad arte, un laboratorio che prevede l’osservazione e lo studio degli strani inquilini di una goccia d’acqua di stagno per introdurre i partecipanti alla biodiversità e ai temi legati all’inquinamento.

A questa apertura sul fronte scientifico si è aggiunto un vero e proprio sbarco su Roma con MacroScuola. Come è nata la collaborazione con il museo capitolino?
Il Macro condivide con la Collezione Peggy Guggenheim la convinzione della necessità di formare i formatori. Infatti, MacroScuola riprende in parte la struttura del progetto A scuola di Guggenheim per ciò che concerne la fase formativa dei docenti. A incontrare i docenti sono stati, per primi, il direttore del Macro, Luca Massimo Barbero, che ha presentato le mostre temporanee in corso, e Achille Bonito Oliva, che ha illustrato problematiche dell’arte contemporanea riscontrate nel corso della sua carriera di critico e nella storia recente. Io sono intervenuta nel secondo appuntamento per un approfondimento incentrato sul “punto di vista in arte” con un conseguente laboratorio sul tema, mentre gli artisti Valentino Diego e Pietro Ruffo, protagonisti del progetto Roommates/Coinquilini, hanno chiuso la tre giorni.

Famiglie in festa - 27 settembre 2009 - photo Andrea Sarti
Il lavoro costante di semina educativa che state portando avanti quali frutti sta dando? Insomma
, l'effetto Biennale riesce a mettere radici e spalmarsi di un pubblico sempre maggiore e sempre più diversificato?
Le proposte didattiche del museo sono pensate per coinvolgere il numero sempre crescente di visitatori e per rispondere alle esigenze delle diverse tipologie di pubblico. Il 70% della nostra audience è internazionale e per questo la nostra offerta educativa deve essere il più possibile poliglotta e sensibile alle differenze culturali. Grazie alla presenza dello staff internazionale madrelingua è possibile richiedere visite guidate in svariate lingue. Come in altre istituzioni, è inoltre possibile effettuare una visita personalizzata grazie all’utilizzo delle audioguide, a disposizione presso biglietteria in italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo.
Un ulteriore servizio che contraddistingue da sempre il nostro museo è l’opportunità per il pubblico di assistere a presentazioni gratuite che hanno luogo tutti i giorni a orari fissi in inglese o in italiano. È stato inoltre recentemente reso operativo il servizio Ask me about the art: i visitatori possono rivolgere allo staff internazionale presente nelle gallerie domande sulla collezione, le avanguardie storiche, il palazzo o sulla figura di Peggy Guggenheim. Il personale è identificabile all’interno degli spazi del museo grazie a una spilla colorata che riporta la scritta Ask me about the art. Questa iniziativa nasce dalla volontà di facilitare un approccio informale all’istituzione museale e di offrire risposte su misura ai dubbi di ciascun visitatore.
Un momento del convegno di presentazione di A scuola di Guggenheim
Per finire, ai bambini è dedicato il programma didattico gratuito Kids Day, ideato per introdurre bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni all’arte moderna e contemporanea con l'intento di rendere l’esperienza del museo più accessibile ai più piccoli.

articoli correlati
Kapoor al Guggenheim di New York
Golinelli e la piazza
I coinquilini del Macro

a cura di annalisa trasatti


A scuola di Guggenheim
responsabile servizi educativi: Elena Minarelli
Info: tel. +39 0412405440; prenotazioni@guggenheim-venice.it; www.guggenheim-venice.it

[exibart]



strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
le altre recensioni di Annalisa Trasatti
vedi calendario delle mostre nella provincia Venezia
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
indice dei nomi: Achille Bonito Oliva, annalisa trasatti, Elena Minarelli, Luca Massimo Barbero, Marino Golinelli, Peggy Guggenheim, Pietro Ruffo, Valentino Diego
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram