A Roma, per gli incontri di Albumarte, Teresa Margolles e Angel Moya Garcia parleranno del... 3067 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
19/01/2019
L’Urlo di Munch in bianco e nero, arriva a Londra
18/01/2019
Daniel Pennac non è gradito a Empoli: polemica per l'invito dello scrittore francese che difese Cesare Battisti
18/01/2019
Le opere di Christoforos Savva tornano alla Biennale di Venezia, per il Padiglione di Cipro
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

A Roma, per gli incontri di Albumarte, Teresa Margolles e Angel Moya Garcia parleranno della brutale quotidianità del nostro mondo

   
   
 
A Roma, per gli incontri di Albumarte, Teresa Margolles e Angel Moya Garcia parleranno della brutale quotidianità del nostro mondo
pubblicato

I fori dei proiettili interrompono la monotonia di un muro di mattoni bianchi, una sala viene umidificata dall’acqua usata negli obitori, un pavimento viene lavato da una mistura di acqua e sangue. Brutali, scioccanti e reali, sono le opere di Teresa Margolles che sarà ospite di Albumarte, spazio no profit con sede a Roma, in occasione di "Donne (non più) anonime. Confronto sul femminicidio”, serie di incontri a cadenza bimestrale, a cura di Daniela Trincia. Il 5 giugno, Margolles, nata a Culiacán, città messicana tristemente nota per i violentissimi scontri tra i cartelli dei narcotrafficanti, insieme al curatore Angel Moya Garcia, parlerà delle cause e delle conseguenze sociali delle uccisioni, di quanto sembrano normali certe morti cruente, di come può apparire ovvia la povertà, la violenza sociale e di genere, dell’appiattimento delle sensazioni e delle emozioni di fronte alla preponderanza delle immagini.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram