VENEZIA, 74ESIMA MOSTRA DEL CINEMA/9. Penalty, corto di Aldo Iuliano, vince il concorso I ... 3067 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
20/03/2019
La storia di Galleria Borghese raccontata in un nuovo volume della Treccani
20/03/2019
Per questo fisico, la storia dell’arte si racconta con l’algoritmo dell’entropia
19/03/2019
L’open day della Rome University of Fine Arts, per rilanciare San Lorenzo
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

VENEZIA, 74ESIMA MOSTRA DEL CINEMA/9. Penalty, corto di Aldo Iuliano, vince il concorso I Love GAI

   
   
 
VENEZIA, 74ESIMA MOSTRA DEL CINEMA/9. Penalty, corto di Aldo Iuliano, vince il concorso I Love GAI
pubblicato

Una partita di calcio improvvisata, i pali delle porte sono realizzati con rami d’albero e svettano in una radura pianeggiante in mezzo al nulla. Un gruppo di ragazzi africani mette in gioco le proprie sorti. Di colonialismo, conflitto, sopravvivenza, crudeltà, racconta Penality, cortometraggio di Aldo Iuliano vincitore della seconda edizione di I Love GAI-Giovani Autori Italiani, concorso nato da un’idea di SIAE e con collaborazione con Lightbox, in concomitanza con la 74.ma Mostra del Cinema di Venezia. 
Crotonese, classe 1980, Iuliano ha iniziato la sua carriera artistica come disegnatore di fumetti, quindi è approdato al cinema. Ha già girato 15 cortometraggi e, attualmente, è al lavoro sul primo progetto di lungometraggio. Il suo film, già vincitore del Golden Globe per Miglior Cortometraggio conferito dalla stampa estera e selezionato come Best drama shortfilm al Los Angeles indipendent Film Festival, è quello che, tra i 18 finalisti, meglio ha interpretato e risolto il tema del concorso, incentrato sull’inclusione sociale. La maggior parte dei film presentati ha trattato di argomenti considerati a margine, come l’identità di genere, la violenza sulle donne, le minoranze invisibili o l’amore tra disabili e diversi, tutti meritevoli di una citazione per la particolare valenza espressiva, tematica o stilistica, secondo la Giuria, composta dal produttore Francesco Bonsembiante, dalla direttrice artistica Géraldine Gomez e dal regista Giuseppe Piccioni. Tra questi, Penalty è emerso per «l'originalità con cui viene trattato un tema di drammatica attualità, con un impianto narrativo solido e sorprendente e con uno stile visivo asciutto e coinvolgente», è spiegato nella motivazione. 
«Non è stato semplice decretare il cortometraggio vincitore della seconda edizione di I Love GAI-Giovani Autori Italiani, data l’altissima qualità di contenuti e tecniche di tutti i diciotto film finalisti in concorso», ha commentato Piccioni, che ha annunciato il vincitore in una conferenza stampa svoltasi alla Compagnia della Vela dell’Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia. 
Già in cantiere la prossima edizione del concorso, a breve sul sito saranno aperte le candidature per il 2018 e sono noti i nomi della giuria che farà una prima selezione: Andrea Purgatori, sceneggiatore, giornalista e membro del Consiglio di Gestione di SIAE, Mara Sartore, editore e direttore di Lightbox, più un terzo selezionatore ospite che verrà svelato all’apertura del concorso.
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram