Miami Art Week/4. Tutti in spiaggia per Untitled. La fiera collaterale più frizzante apre ... 3131 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Miami Art Week/4. Tutti in spiaggia per Untitled. La fiera collaterale più frizzante apre i battenti

   
   
 
Miami Art Week/4. Tutti in spiaggia per Untitled. La fiera collaterale più frizzante apre i battenti
pubblicato

Mentre in Italia ci si prepara alle nevicate tipicamente natalizie, qui, a Miami, siamo con i piedi comodamente adagiati nella sabbia, per l’apertura di Untitled, tra le fiere collaterali più vivaci e interessanti della Art Week. E infatti, per questa sua sesta edizione, l’opening è stato veramente molto affollato, merito della atmosfera frizzante che si respira sulla 12ma strada, affacciata sull’oceano, e della varietà degli stand, con 136 tra gallerie storiche ma principalmente emergenti, istituzioni non-profit e artist-run space, provenienti da 26 Paesi di tutto il mondo, con focus su aree solitamente poco coperte, come Cuba e Iran. Merito anche dell'ottimo rapporto tra la media accessibile dei prezzi e la buona qualità delle ricerche, magari dovuta anche alla spinta internazionale e aggiornata conferita dal nuovo direttore, Manuela Mozo, esperta conoscitrice del sistema delle gallerie e già direttrice della Simon Lee Gallery, con sedi a Londra, New York e Hong Kong. Presente anche un nutrito gruppo di artisti dell’America Latina, una situazione che, a oggi, presenta un notevole fermento e desta la curiosità di molti addetti ai lavori. Grande spazio per i talk, con una radio live che trasmetterà interviste e approfondimenti con artisti, musicisti e curatori, come Mike Henderson, Tania Bruguera e Sergio Vega, presentato dalla galleria di Umberto Di Marino, al quale abbiamo rivolto alcune domande.

Cosa avete portato ad Untitled?
«Nello stand esponiamo un solo show di Sergio Vega, con una serie di opere del ciclo Shamanic Modernism e due lavori relativi alla sua nuova ricerca. Inoltre, siamo stati invitati nella sezione Special Project, per la quale Vega ha realizzato la seconda versione di una sua installazione intitolata Shanty: on the mimetic faculty II, che sta riscuotendo un notevole successo»
Com’è l’atmosfera e cosa vi aspettate dalla fiera? 
«Ieri c'è stato l'opening e l'atmosfera è molto positiva, il pubblico è molto interessato al nostro stand. Dalla fiera ci aspettiamo contatti interessanti, cosa già accaduta ieri, e naturalmente delle vendite che confidiamo si verifichino». 

In alto: Sergio Vega, Shanty: on the mimetic faculty II, ad Untitled
 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

trovamostre
@exibart on instagram