Flavio Favelli e Maurizio Nannucci saranno in residenza a Capri, per il progetto Travelogue 3104 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
15/10/2018
Fabrizio Cotognini è il vincitore del Premio Cairo 2018
15/10/2018
Aperte le selezioni per nctm e l’arte: Artists-in-residence, XII edizione
15/10/2018
Ecco il nuovo Consiglio Direttivo di AMACI, l’associazione dei Musei d’Arte Contemporanea
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Flavio Favelli e Maurizio Nannucci saranno in residenza a Capri, per il progetto Travelogue

   
   
 
Flavio Favelli e Maurizio Nannucci saranno in residenza a Capri, per il progetto Travelogue
pubblicato

Travelogue fa due passi in avanti e, dal 15 al 20 ottobre, i nuovi artisti ospitati in residenza al Capri Palace Hotel di Anacapri saranno Flavio Favelli e Maurizio Nannucci. Continuando la riflessione sui loghi e sulle pubblicità, Favelli presenterà Travelogue-Vogue-Logo, ponendo l’attenzione sulle diverse mode che hanno caratterizzato la storia recente del nostro Paese. Nannucci invece introdurrà la sua poetica e racconterà il suo percorso artistico, presentando alcune delle sue opere più significative.
Il progetto di residenze d’artista, nell’ambito del Festival del Paesaggio di Capri, a cura di Arianna Rosica e Gianluca Riccio, ha alle sue spalle un viaggio già intenso, intrapreso nel 2008, in compagnia di artisti come Sandro Chia, Ettore Spalletti, Gianfranco Baruchello, Alessandro Mendini, Stefano Arienti, Liliana Moro, Vedovamazzei, Gianni Caravaggio, Anna Franceschini, Davide Stucchi e Renato Leotta. Un percorso scandito dalla realizzazione di opere ispirate alle meravigliose suggestioni capresi, progettate in sintonia con il luogo e con le persone che vi abitano ed esposte nell’ambito delle diverse edizioni del Festival del Paesaggio che, nella sua ultima, ha presentato una personale dedicata a Renato Mambor, la collettiva "Postcards” e un progetto speciale appositamente realizzato da Mendini per il Museo della Casa Rossa di Anacapri. E non solo, perché le varie occasioni sono state propizie anche per intenti didattici e formativi, grazie a workshop e laboratori che hanno coinvolto, in particolare, le giovani generazioni. 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram