Picasso in criptovaluta 3077 utenti online in questo momento
exibart.com
 
community
Express
23/05/2019
I capolavori degli Uffizi, raccontati dalle voci degli attori
23/05/2019
Banksy è stato allontanato dai vigili mentre "esponeva" senza autorizzazione a Venezia
23/05/2019
Il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci sul tuo smartphone, grazie all’app
+ archivio express
Exibart.segnala
Blog
recensioni
rubriche
         
 

Picasso in criptovaluta

   
   
 
Picasso in criptovaluta
pubblicato

Dopo mesi passati a parlare di criptovalute, la cui performance quest'anno si è poi rivelata deprimente, il mercato dell’arte ci riprova e Maecenas, piattaforma basata sulla blockchain in cui vengono acquistate e vendute opere d’arte, sta pianificando una seconda offerta token per un'opera d'arte nel nuovo anno, mettendo in vendita un raro Picasso, valutato a circa 2 milioni di dollari. A settembre, l’azienda ha riferito di aver venduto il 31,5 per cento di "14 Small Electric Chairs" di Andy Warhol (1980) a circa 100 partecipanti, descritti come "investitori sofisticati, cripto appassionati e professionisti dell'arte". Il processo di vendita ha raccolto 1,7 milioni e ha segnato il lancio della piattaforma. 
Le cose stavolta saranno un po’ diverse, sarà l’intero lavoro ad essere venduto, anziché solo una parte, e mentre sarà ancora un'offerta con moneta digitale, verranno usati i cosiddetti "stablecoins", ancorati al dollaro USA, come l'USDC e il dollaro Gemini. Con Warhol, Maecenas ha collaborato con Dadiani, un'azienda che gestisce una galleria a Mayfair, mentre il Picasso arriverà da un'altra fonte, che verrà confermata il mese prossimo. 

 


strumenti
inserisci un commento alla notizia
versione in pdf
versione solo testo
registrati ad Exibart
invia la notizia ad un amico
 

Il navigatore dell'arte
trovamostre
@exibart on instagram